Parole chiave

Ttip

È l’acronimo di Transatlantic trade and investment partnership ed è un accordo commerciale di libero scambio in corso di negoziazione tra l’Unione europea e gli Stati Uniti. L’obiettivo è di creare la più vasta area di libero mercato per beni e servizi, ma soprattutto una convergenza normativa su una serie di standard produttivi e di sicurezza che agevolerebbero gli scambi riducendo i costi

Ultimo aggiornamento 10 novembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Misure di sicurezza | Transatlantic trade and investment partnership | Unione Europea |

Ultime notizie su Ttip

    Ue e Giappone insieme contro il protezionismo, una chance per l'Italia

    Pubblichiamo un post di Mario Angiolillo, direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit - Mentre proseguono i negoziati tra USA e Cina per trovare una soluzione in grado di archiviare strutturalmente la guerra commerciale tra le due potenze, appare sempre più evidente come gli scen...

    – Econopoly

    La Ue vuole negoziare con gli Usa l'eliminazione delle tariffe sui prodotti industriali

    BRUXELLES - La Commissione europea ha annunciato oggi, 9 gennaio, che intende chiedere ai Ventotto un nuovo mandato per negoziare con Washington un accordo di libero scambio in campo industriale. La decisione giunge dopo che in luglio il presidente dell'esecutivo comunitario Jean-Claude Juncker

    – dal nostro corrispondente Beda Romano

    Non cambia la ricetta economica sovranista: meno tasse, più spesa

    Per riassumere le politiche economiche dell'ampia e variegata galassia dei partiti populisti europei torna utile un vecchio slogan sessantottino: «Vogliono tutto e subito», afferma Giuseppe Bertola, professore di Economia politica all'Università di Torino e coautore del report "Economia del

    – di Michele Pignatelli

    La grande e futile ossessione economica di Trump: il deficit commerciale

    Esattamente due anni fa Donald Trump si apprestava ad entrare nel suo ultimo mese di campagna elettorale e a vincere, in modo sorprendente e spettacolare, le elezioni presidenziali statunitensi. Tra i suoi slogan politici preferiti, oltre al muro al confine con il Messico, alla riforma fiscale e alla revoca dell'Obamacare, Trump ha sempre sostenuto la convinzione che una delle priorità principali della sua amministrazione sarebbe stata quella di ridurre il deficit commerciale. Al di là della re...

    – Giovanni Caccavello

    Se la crisi commerciale frena la crescita globale sono dolori anche per l'Italia

    Pubblichiamo un post di Mario Angiolillo, direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit - La crisi commerciale globale innescata dalla guerra dei dazi, dalla svalutazione dello yuan cinese, dall'incertezza sulle future relazioni tra Unione Europea e Regno Unito nel dopo Brexit, e d...

    – Econopoly

    Il «doppio gioco» di Trump sui dazi e i rischi per i commerci globali

    Il sorprendente allentamento delle tensioni diplomatico-commerciali tra Usa e Ue dopo l'incontro Trump-Juncker del 25 luglio a Washington conferma, da un lato, l'estrema volubilità e spregiudicatezza del presidente americano. Al tempo stesso l'incontro di Washington segna un notevole punto a favore

    – di Fabrizio Onida

    La Via della Seta al tempo della guerra dei dazi. Prospettive e opportunità per l'Italia

    Pubblichiamo un post di Mario Angiolillo, direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit - Uno dei temi al centro del dialogo Cina-Europa è l'analisi dello stato dell'arte e delle prospettive future, nel difficile contesto attuale, del progetto denominato Belt and Road Initiative (B...

    – Econopoly

    Il White Paper su Brexit è un passo avanti o no in vista della deadline di ottobre?

    Pubblichiamo un post di Mario Angiolillo, direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di  The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit - Dopo l'aggiornamento dei negoziati su Brexit a seguito del Consiglio Europeo del 28-29 giugno scorso, il percorso verso un accordo sulle future relazioni in poche ore ha subito prima una sens...

    – Econopoly

    Le politiche commerciali di Trump sono dannose. Soprattutto per gli Usa

    Il presidente americano Donald Trump potrà pure ritenersi un costruttore, ma sul piano delle normative e dei trattati internazionali si sta comportando come una squadra di demolizione nel corpo di un solo uomo. E ora il caos sembra sempre più diffuso e in aumento.  

    – di Anne O. Krueger

    Donald Trump ha ragione sul protezionismo europeo, vi spiego perché

    Pubblichiamo un post di Giacomo Lev Mannheimer, fellow dell'Istituto Bruno Leoni. Per l'Istituto Bruno Leoni è autore del Focus "I libri non sono tutti uguali. Il caso dell'IVA sugli e-book" e - con Serena Sileoni - del Focus "Città metropolitane: una nuova tappa di una storia infinita". Scrive su Leoniblog e collabora con diverse testate online - "Né tariffe, né barriere, né sussidi!". Non sono le parole di una canzone di John Lennon, ma quelle pronunciate da Donald Trump ai suoi omologhi del ...

    – Econopoly

1-10 di 409 risultati