Parole chiave

Trattato di amicizia

Il Trattato di amicizia, partenariato e cooperazione tra Italia e Libia è stato firmato a Bengasi il 30 agosto 2008 dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e da Muammar Gheddafi. Il Trattato ha l'obiettivo strategico, per un verso, della chiusura definitiva del «capitolo del passato», con la soluzione dei contenziosi bilaterali, e, per l'altro verso, della costruzione di una nuova fase delle relazioni italo-libiche, basata sul rispetto reciproco, sulla pari dignità e su un rapporto paritario e bilanciato. Entrato in vigore il 2 marzo 2009, stabilisce che l'Italia pagherà 5 miliardi di dollari alla Libia come compensazione per l'occupazione militare. In cambio, la Libia prenderà misure per combattere l'immigrazione clandestina dalle sue coste e favorirà gli investimenti nelle aziende italiane.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Libia | Italia | Silvio Berlusconi | Muammar Gheddafi |