Parole chiave

Transfer pricing

È il procedimento con cui si determina il prezzo appropriato, nel trasferimento della proprietà di beni/servizi/intangibili attraverso operazioni infra-gruppo. Trova ampia applicazione nelle operazioni che intercorrono tra due imprese collegate residenti in paesi a fiscalità diverse (cross-border), come ad esempio due controparti di una multinazionale.

Ultimo aggiornamento 10 dicembre 2018

Ultime notizie su Transfer pricing

    Rettifica del transfer price senza applicazione dell'Iva

    Sono irrilevanti ai fini Iva le somme erogate a titolo di aggiustamento dei prezzi infragruppo (transfer pricing adjustment), qualora non ci sia un legame diretto tra gli importi corrisposti e le singole cessioni di beni effettuate tra le parti.

    – di Giacomo Albano

    Transfer pricing e controlli fiscali

    L'evoluzione normativa e operativa delle regole sul transfer pricing, che è avvenuta nell'ultimo decennio, è indicativa di qualcosa di più profondo: il rapporto tra fisco e contribuenti sul tema dei rapporti tra società appartenenti a un gruppo internazionale. Dal punto di vista delle aziende italiane, si registra il passaggio a una logica di compliance con maggiore attenzione al rispetto delle funzioni e delle attività dei diversi operatori in campo.

    Il cambio di passo sul transfer pricing

    Va salutato con soddisfazione il nuovo decreto del ministro dell'Economia e delle finanze con cui si è data attuazione alle modifiche apportate nel 2017 all'articolo 110 del TUIR e sono state introdotte in Italia specifiche linee guida nazionali in materia di transfer pricing. Il decreto vede la

    – di Marco Graziani e Davide Nespolino

    Redditi 2018 per le società

    Parte il conto alla rovescia per i versamenti d'imposta e per la dichiarazione dei redditi delle società. Una lunga volata che vedrà tra gli snodi principali la data del 2 luglio, ossia il primo appuntamento per i versamenti, e quella del 31 ottobre, ossia l'ultimo giorno utile per la trasmissione

    Più dialogo per superare le doppie imposizioni

    I l fisco "condiviso" dell'Unione europea si va formando sulla disciplina delle doppie imposizioni. E' dell'ottobre scorso la riforma sulla direttiva Map (Mutual agreement procedure) che dovrà essere operativa entro il giugno del 2019, per tutelare chiunque si trovi a subire una doppia imposizione

    – di Federica Micardi

    Sempre più tax ruling. Così gli Stati Ue si fanno concorrenza fiscale

    Cresce il numero di accordi fiscali tra imprese multinazionali e paesi dell'Unione europea. Il numero dei tax ruling (o Apa, Advanced pricing agreements, la tipologia di accordo più diffusa) firmati da Stati membri della Ue è aumentato del 64% tra il 2015 e il 2016 (ultimi dati disponibili),

    – di Angelo Mincuzzi

    Il Fisco riscrive le regole per i controlli sulle società

    Il Fisco riscrive le regole sui controlli alle imprese nelle operazioni con l'estero. Sui prezzi di trasferimento, ossia sugli importi applicati nelle compravendite di beni e servizi tra società dello stesso gruppo, si guarda alle linee guida indicate dall'Ocse che consentono una traduzione

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Padoan: stiamo scrivendo noi il Def, il debito scenderà

    «Il mio Ministero darà vita al Def ad aprile perché credo non ci sarà un Ministero in pieno potere», ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, intervenuto questa mattina a Omnibus su La7. Padoan ha assicurato che il debito, «vero problema» dell'Italia, inizierà a scendere: «Vedremo i

    – di Redazione Roma

1-10 di 224 risultati