Parole chiave

TPP

Il Tpp (Trans-Pacific Partnership) si propone di riunire in un’area di libero scambio 12 Paesi affacciati sul Pacifico: Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malaysia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore, Stati Uniti e Vietnam.

La proposta risale al 2002, quando partì come negoziato tra Cile, Nuova Zelanda, Singapore, cui si sono aggiunti partner potenziali fino a coinvolgere un’area che produce il 40% del Pil mondiale e un terzo egli scambi mondiali.

Ultimo aggiornamento 10 novembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Singapore | Cile | Tpp | Scambi mondiali | Oceano Pacifico |

Ultime notizie su TPP

    #ChinaIssues con Pietro Borsano. Cina-ASEAN: innovazione cross-border e il ruolo delle aziende cinesi

    Venerdì 14 maggio nel corso China Issues della Scuola Superiore Sant'Anna si parlerà di innovazione in ASEAN (Associazione dei paesi del Sudest asiatico) con il Professor Pietro Borsano, Faculty member in Entrepreneurship and Core Business presso la Chulalongkorn School of Integrated Innovation. Che caratteristiche hanno gli investimenti delle aziende cinesi in ASEAN? Gli investimenti cinesi in ASEAN sono cresciuti nel corso dell'ultimo decennio e si sono diversificati. Si possono osservare di...

    – Alberto Di Minin

    La surreale battaglia dell'Italia contro il turismo di massa

    L'autore di questo post è Luca Martucci, consulente ed esperto di marketing di destinazione - Come nel famoso romanzo di Buzzati, nella più tragica desertificazione turistica, il gotha del settore vive con angoscia il ritorno dei Tartari. Chi sono i Tartari? Le masse di turisti o i turisti cosiddetti di massa, quelli sporchi e cattivi che secondo l'accezione comune arrivano con le low cost, affittano appartamenti in Airbnb, oppure entrano in un'agenzia di viaggi per prenotare un tour "mordi e ...

    – Econopoly

    Biden, Xi e le tre facce della Guerra fredda tra Stati Uniti e Cina

    Un'America tronfia del ruolo di unica superpotenza poteva permettersi di chiudere gli occhi di fronte ai metodi adottati dai cinesi per dare impulso alla loro economia: pratiche commerciali discriminatorie verso gli stranieri; mancanza di reciprocità nell'accesso ai mercati; disprezzo per la tutela

    – di Alberto Forchielli e Fabio Scacciavillani

1-10 di 334 risultati