Parole chiave

Testo unico

Quello che il Consiglio dei ministro varerà oggi è un testo unico (Tu) , cioè una raccolta di norme che semplificano il disordine regolatorio che, nel succedersi degli anni, ha fatto da cornice giuridica all’attività delle società partecipate. Non si tratta del solo Tu previsto dalla legge delega (124/2015). L’altro, sempre atteso oggi, riguarda i servizi pubblici locali mentre il terzo sarà invece sul pubblico impiego.

In tutti i casi l’intervento del legislatore delegato ha come obiettivo la semplificazione e la razionalizzazione di quadri regolatori complessi e in molti casi divenuti contraddittori. I testi unici adottati con un Dlgs, come ha stabilito la Corte costituzionale, hanno forza di legge.

Ultimo aggiornamento 21 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Testo unico | Corte Costituzionale |