Parole chiave

Terapia d'urto

Nel documento che Confindustria ha presentato durante la campagna elettorale con una serie di interventi per la crescita si chiedeva nella «terapia d'urto» dei primi 100 giorni il pagamento di 48 miliardi sui 71 di debiti totali stimati inizialmente da Bankitalia. Ora Palazzo Koch ha alzato la stima a 90 miliardi, ma, ha sottolineato anche ieri Squinzi, «secondo noi sono ancora di più». Secondo le stime di Confindustria 48 miliardi di pagamenti potrebbero produrre un aumento di quasi 250mila posti di lavoro, un incremento del Pil dell'1%, pari quindi a 16 miliardi, per i primi tre anni, fino ad arrivare all'1,5% nel 2018.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Pil | Confindustria | Banca d'Italia |