Parole chiave

Tariffa o Tia

La definizione di "tariffa rifiuti" anziché "tassa rifiuti" è legata alla Tia (tariffa di igiene ambientale), il nuovo sistema di finanziamento della gestione dei rifiuti e della pulizia a livello comunale, introdotto dal decreto legislativo 22/1997 (chiamato "decreto Ronchi"), che avrebbe dovuto sostituire la Tarsu. A differenza della Tarsu, basata sui metri quadri occupati, la tariffa dovrebbe diversificare i pagamenti in base all'effettiva produzione di rifiuti

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Prezzi e tariffe | Tariffa rifiuti | Tarsu |

Ultime notizie su Tariffa o Tia

    Tassa sui rifiuti, dopo 12 anni la Cassazione dà ragione al cittadino

    Il presupposto impositivo della TIA - tariffa di igiene ambientale, ovvero il sistema di finanziamento comunale della gestione dei rifiuti e della pulizia degli spazi comuni, oggi sostituita dalla TARI - tassa relativa alla gestione dei rifiuti, è costituito dalla presenza di locali idonei alla

    – di Andrea Alberto Moramarco

    Il caos Tari si allarga anche alle imprese

    La moltiplicazione del tributo sui rifiuti nei Comuni che hanno applicato la quota variabile a garage e cantine come se fossero appartamenti aggiuntivi continua ad agitare la cronaca. Il ministero dell'Economia è al lavoro sulla circolare, in cui più che parlare di rimborsi ribadirà regole

    – di Gianni Trovati

    Sui rimborsi dell'imposta l'ombra del «click-day»

    Non è la prima volta che il legislatore fiscale deve intervenire per rimediare a una "ingiustizia" nei confronti di singoli contribuenti o gruppi limitati. Ma le disposizioni di legge hanno la caratteristica di essere generali e astratte, e l'emanazione di un atto normativo pensato per alcuni pone

    – di Raffaele Rizzardi

    Rifiuti, più cari a Roma e al Centro. Forti oscillazioni tra le grandi città

    In quali città le aziende pagano le tariffe più alte per la raccolta dei rifiuti? Il primo pensiero corre al Sud, invece è il Centro Italia l'area dove il costo al metro quadro della Tari è più pesante. Il Sud è allineato alla media nazionale, mentre al Nord le tariffe sono più leggere.

    – di Enrico Netti

    Tassa rifiuti: chi deve pagare la Tari e come calcolare l'importo

    La tassa rifiuti serve a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e la normativa prevede che le tariffe devono essere calcolate in modo tale da coprire integralmente i costi di investimento e di esercizio, ivi compresi i costi delle discariche, inclusi anche quelli

    – A cura di Pasquale Mirto

    Illegittimità dell'Iva sulla Tia, serve l'intervento del legislatore

    Poco meno di due mesi fa le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno definitivamente statuito, con la sentenza 5078/2016, l'illegittimità dell'assoggettamento ad Iva della cosiddetta Tariffa di igiene ambientale (Tia), in quanto altro non era che la riproduzione sotto diverse spoglie della

    – Raffaele Rizzardi

    Regolamento in vista per il calcolo della Tari

    Per ora è solo una bozza, ma se l'impostazione finale dovesse rimanere questa, il regolamento ministeriale che stabilisce i criteri per poter applicare la Tari

    – Pasquale Mirto

    La Tari sulle imprese non arretra nelle città

    Qualche sconto rispetto all'anno scorso c'è stato. Ma i rincari restano numerosi e le riduzioni non bastano quasi mai a riportare la tassa rifiuti pagata dalle

    – Cristiano Dell'Oste

1-10 di 99 risultati