Parole chiave

Spending review

Nodo razionalizzazione

“Spending review” significa in inglese “revisione della spesa”, intesa come spesa pubblica. Ne fanno parte le procedure che analizzano le tendenze della spesa e l’efficacia degli interventi che la compongono, al fine di attuarne una razionalizzazione.
Introdotta in Italia nel 2007 dall’allora ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa, la spending è tornata d’attualità a partire dal 2012 con il Governo Monti e resta tutt’ora all'ordine del giorno di ogni governo

Ultimo aggiornamento 22 agosto 2018

Ultime notizie su Spending review

    Cina, parte la Super League: Tencent rileva i diritti tv per 30 milioni

    La nuova era del calcio cinese inizia martedì, con un salary cap, senza i campioni di carica del Jiangsu Suning e con un nuovo contratto televisivo per far fronte alla rottura con Pp Sports. La Chinese Football Association ha ceduto i diritti per le prossime tre stagioni a Tencent per un valore complessivo di 240 milioni di yuan, pari a poco più di 30 milioni di euro, stando a quanto riportato dai media cinesi. Una soluzione tampone, con un accordo che non prevede l'esclusiva, dunque i vertici d...

    – Marco Bellinazzo

    Il Draghi 1 è il migliore dei governi possibili e i 5 stelle i grandi sconfitti

    Vittorio Colao, manager di caratura mondiale, era stato incaricato, dal Governo guidato da Giuseppe Conte, di stendere un Piano per la ripresa strutturale del Paese. Colao chiamò a sé diverse persone (tra cui Roberto Cingolani, neo ministro della Transizione Ecologica), stese il piano, lo consegnò al premier, che bellamente non ne fece nulla. Questo è il mantra del grillismo: farsi belli chiedendo consiglio a persone autorevoli e poi fare l'opposto. Una strategia che fortunatamente non ha pagato...

    – Beniamino Piccone

    Perché il Next-Generation EU non è una panacea per l'Italia

    Articolo di Riccardo D'Orsi (assegnista di ricerca in Economia presso la Divisione Economica dell'Università di Leeds) e Alessandro Guerriero (laureando in Economia Politica all'Università di Roma III), entrambi analisti di Kritica Economica. Si parla spesso del venturo Next Generation EU in arrivo dall'Europa sarebbe da ascriversi esclusivamente all'incapacità della nostra classe politico-amministrativa. In tale quadro, una discussione sulle fonti primarie sulle quali dovrebbe fondarsi il NG...

    – Krisis

    Il recovery fund non dev'essere come una vincita alla lotteria

    Uno dei pericoli del Recovery Fund è che finisca per avere l'effetto di una vincita alla lotteria per una famiglia che, perdendo la bussola per le risorse inaspettate, finisce rapidamente sul lastrico. Conviene, quindi, ripartire dai fondamentali economici, come si diceva fino a un recente passato.

    – di Giovanni Tria

1-10 di 4566 risultati