Parole chiave

Soft luxury

Nel comparto del lusso si soliti suddividere il settore in prodotti di "soft luxury", vale a dire pelletteria, abbigliamento e accessori in seta, e "hard luxury", che comprende la gioielleria e l'orologeria. Secondo i dati Bain & Company, elaborati per la Fondazione Altagamma, l'hard luxury conta per il 23% del fatturato del settore lusso nel 2013, stimato a 217 miliardi di euro (in crescita dai 212 miliardi di euro del 2012). L'abbigliamento conta per il 25%, gli accessori per il 28% e il beauty per il 20%
(4% altro).

Ultimo aggiornamento 03 maggio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Soft luxury | Fondazione Altagamma | Bain & Company |

Ultime notizie su Soft luxury

    Brunello Cucinelli debole dopo collocamento quota del 3%

    Brunello Cucinelli uno dei titoli peggiori del listino milanese dopo il collocamento del 3% del capitale. Il titolo arrivato a perdere quasi il 4% a un minimo toccato a quota 20,52 euro. Ieri stato collocato da Mediobanca con un accelerated bookbuilding presso investitori istituzionali il 3%

    – di Chiara Di Cristofaro

    Acquisti su Moncler, per JpMorgan nel trio di titoli da preferire nel lusso europeo

    Moncler tra i migliori titoli di Piazza Affari beneficiando delle valutazioni di JpMorgan che nel trio di titoli da preferire nel settore lusso europeo insieme allefrancesi Kering e Lvmh. In un ampio approfondimento sul comparto, realizzato da Melanie Flouquet e Grace Smalley, la casa di

    – di Andrea Fontana

    I fondi corteggiano i brand

    Per Harmont & Blaine la due diligence potrebbe finalizzarsi in estate

    – Monica D'Ascenzo