Parole chiave

Sofferenze nette e lorde

Le sofferenze, secondo le indicazioni di Banca d'Italia, sono indivuduate come quei crediti al valore nominale nei confronti di soggetti in stato d'insolvenza (anche non accertato giudizialmente) o in situazioni sostanzialmente equiparabili. Questo tipo di sofferenze, per prassi sui mercati sono definite lorde, al fine di distinguerle da quelle nette. Cioè, le sofferenze al netto dell'ammontare complessivo delle perdite di valore.

Ultimo aggiornamento 25 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Sofferenza | Banca d'Italia |

Ultime notizie su Sofferenze nette e lorde

    Parte il processo Charlot. In vendita 140 milioni di Npl di CheBanca! (Mediobanca)

    Parte il processo Charlot lanciato da CheBanca! del gruppo Mediobanca. Riguarderà, secondo indiscrezioni, la vendita di un portafoglio di 140 milioni dieuro (come valore lordo) di sofferenze maturate su mutui ipotecari residenziali di origine privata. Il processo, appena partito, potrebbe concludersi entro la fine dell'anno se le offerte che giungeranno saranno ritenute soddisfacenti. Nelle ultime settimane sarebbe stato sondato il mercato , con l'obiettivo di capire i livelli di prezzo ottenib...

    – Carlo Festa

    Se 99 miliardi di euro di debiti "buoni" vi sembrano pochi. Chi li sa sminare?

    Come si gestiscono 99 miliardi di euro di debiti buoni? Un debito è accettabile quando è ripagabile, altrimenti diventa un problema. In Italia i debiti delle aziende fanno paura. Fanno paura al governo e fan paura alla società civile. Un'azienda che ha debiti, se non li può pagare, fallisce. I fornitori perdono tutto, i dipendenti sono licenziati (e di questi tempi è quasi una condanna a morte), lo stato si ritrova un "altra" grana da gestire sotto forma di cassa integrazione etc. All'interno ...

    – Enrico Verga

    Credem, più servizi e consulenza a 360° per aumentare la clientela

    C'è un tema, nelle strategie di Credem, che costituisce un vero e proprio fil rouge: l'erogazione di servizi. L'istituto di credito punta sul loro sviluppo a sostegno di diversi progetti finalizzati alla crescita industriale. Il gruppo bancario, in generale, vuole incrementare la base della

    – di Vittorio Carlini

    Mediobanca macina utili. Nagel, stretta Bce su Npl è un'opportunità

    Conti sopra le attese, titolo in rialzo in Borsa e un plauso alla Bce per le nuove regole sui crediti deteriorati. Mediobanca archivia così il primo trimestre dell'esercizio 2017-2018, con un utile netto di 300,9 milioni, in rialzo dell'11,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Molto

    – di Paolo Paronetto

1-10 di 128 risultati