Parole chiave

Sofferenze bancarie

I crediti in sofferenza sono quelli erogati dalle banche a soggetti che diventati insolventi. Questi crediti fanno parte degli Npl, cioè i non performing loans. Nella legislazione italiana ci sono vari tipi di crediti deteriorati, a seconda della gravità del loro deterioramento e del tempo passato dall'ultima rata pagata. Le categorie in ordine di difficoltà crescente sono: crediti scaduti, ristrutturati, incagli e — appunto — sofferenze.

Ultimo aggiornamento 06 maggio 2016

Ultime notizie su Sofferenze bancarie

    Lo spread in calo aiuta le banche in Borsa ma incide sui ricavi

    La discesa del differenziale è dovuta anche al rialzo delle quotazioni del BTp. Questo è un fattore positivo che consente potenziali plusvalenze e miglioramenti del capitale di vigilanza. Il trend è però è dovuto al calo generalizzato dei tassi di mercato che penalizza in margine d'interesse delle banche stesse

    – di Vittorio Carlini

    IL TESTO DELLA RISOLUZIONE M5S-LEGA

    La Camera, in occasione della riunione del Consiglio europeo che avrà luogo a Bruxelles il 20 e 21 giugno prossimi venturi e del Vertice Euro del 21 giugno prossimo, in cui i Capi di Stato e di Governo degli Stati membri affronteranno un cospicuo numero di argomenti iscritti all'ordine del giorno e

    Sofferenze bancarie smaltite ma restano 51 miliardi di Utp

    Negli ultimi tre anni il settore bancario italiano ha di fatto dimezzato lo stock di crediti deteriorati, che è sceso 341 a 189 miliardi di euro. Grazie a circa 190 miliardi di transazioni, il rapporto tra crediti deteriorati lordi e crediti totali in un triennio è calato dal 22% al 12%. E nel

    – di Luca Davi

    La Grecia sottopone un piano alla Ue per ridurre le sofferenze bancarie

    Il governo del premier greco, Alexis Tsipras - un ex radicale di sinistra ora divenuto un paladino delle indicazioni della Unione Europea e della Nato - ha presentato alla Commissione europea un piano per aiutare le banche del paese ad accelerare le cessioni di crediti inesigibili, nel tentativo di ripristinare la fiducia nel settore pesantemente colpito dalla crisi economica.Le banche greche sono alle prese con una montagna di 88,6 miliardi di euro di crediti inesigibili, un pesante retaggio de...

    – Vittorio Da Rold

    La Grecia rischia di non ottenere la tranche dai creditori perché le riforme sono in ritardo

    Ancora un braccio di ferro ad Atene tra il governo Tsipras e i creditori dell'eurozona. Possibile? Vediamo i dettagli. La Grecia rischia di non ottenere circa 750 milioni di euro il mese prossimo, che ha ottenuto con l'accordo sulla riduzione del debito con la zona euro ottenuta a giugno dello scorso anno ,perché non ha portato a termine le riforme concordate. Lo riporta la Reuters dopo aver sentito dei funzionari Ue lunedì 18 febbraio nei palazzi europei a Bruxelles. Solite schermaglie tra la...

    – Vittorio Da Rold

    Intervista a Vestager: «La garanzia statale sugli Npl funziona bene»

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTEBRUXELLES - Tra 10 mesi la Commissione Juncker giungerà a fine mandato. Ma la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, 50 anni, non sta certo smantellando il suo ufficio bruxellese. Non solo ammette che le farebbe piacere rimanere in sella per un altro mandato, ma

    – di Beda Romano

    La resilienza dell'Europa non basta all'economia

    Londra e Roma hanno commesso un errore a sottovalutare la resilienza dell'Unione europea (Ue). A Londra, chi ha promosso la Brexit pensava che l'Ue fosse in una fase di irreversibile declino, che le divisioni al suo interno le avrebbero impedito di definire e mantenere una posizione comune nel

    – di Sergio Fabbrini

    Imprese, sofferenze in forte calo e Npl verso livelli pre-crisi

    Si riducono i crediti in sofferenza delle imprese non finanziarie, ma soprattutto scende il tasso di deterioramento, e cioè il passaggio del credito sano (in bonus) allo status di deteriorato. Questo tasso (rapporto tra crediti divenuti deteriorati rispetto allo stock dei crediti) è un indicatore

    – di Laura Serafini

    Bruxelles: sofferenze bancarie in forte calo, ora intesa sul pacchetto Ue

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTEBRUXELLES - La Commissione europea ha annunciato oggi una netta riduzione delle sofferenze bancarie in Europa, sulla scia degli sforzi effettuati a livello nazionale. La media dei crediti in sofferenza rispetto al totale dei prestiti è calata al 3,4%, tornando pressoché ai

    – di Beda Romano

1-10 di 527 risultati