Parole chiave

Securities market programme

Sono gli interventi decisi il 14 maggio 2010 dalla Bce a favore dei Paesi dell'area euro colpiti dalla crisi economica e non in grado di superarla da soli. È un programma di acquisto di titoli di Stato da parte della Bce che dà ossigeno ai Paesi soffocati dal debito. L'obiettivo è ristabilire appropriati meccanismi di trasmissione della politica monetaria, per arrivare a una stabilità dei prezzi nel medio periodo.

Ultimo aggiornamento 25 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Prezzi e tariffe | Bce |

Ultime notizie su Securities market programme

    La Bce depone il bazooka del Qe. Restano in dote 2.600 miliardi di titoli

    Duemilaseicentosessanta miliardi, euro più, euro meno. Se si prova a mettere insieme gli strumenti di debito acquistati dalla Banca centrale europea (Bce) e tuttora custoditi nei suoi forzieri si ottiene un valore non molto distante dal Pil generato in un anno da due dei principali Paesi che

    – di Maximilian Cellino

    Finisce il Qe ma c'è ancora spazio per condividere i rischi

    La BCE ha annunciato giovedì scorso la fine degli acquisti di titoli nell'ambito del Quantitative Easing (QE). Dal 2019 lo stimolo monetario in Eurolandia sarà sostanzialmente limitato al reinvestimento integrale dei titoli in scadenza. Considerando solo il PSPP (la parte del programma destinata ai

    – di Marcello Minenna*

    Grecia, perché la vera Itaca di Tsipras è ancora molto lontana

    La scelta di Tsipras di usare Itaca quale sfondo per l'annuncio della fine dell'Odissea dell'austerità non è certamente casuale. Già Papandreou nel 2010, appena eletto, nel suo iconico messaggio che di fatto avviava la stagione del memorandum, aveva fatto riferimento all'isola di Itaca e all'Odissea che la Grecia avrebbe da allora attraversato. Si diceva fiducioso sui passi da compiere perché le carte navali erano già state tracciate e i partner europei avevano offerto il loro aiuto. La navigaz...

    – Francesco Lenzi

    La Germania incassa 1,34 miliardi di euro di profitti su prestiti ad Atene

    La notizia rischia di riaprire vecchie ferite tra Berlino e Atene perché arriva proprio il giorno dopo la concessione di una laurea honoris causa al presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, all'Università Aristotele di Salonicco che ha provocato dimostrazioni di protesta con

    – di Vittorio Da Rold

    Con Brexit e altri shock spread spinto a quota 300

    Lo spread tra BTp e Bund è un organetto che sembra suonare due sole note: "out" si allarga, "in" si stringe. Con Grexit, Brexit e con l'Italia sull'orlo del baratro, il differenziale tra il rendimento dei titoli italiani e tedeschi decennali si è ampliato. Quando la Bce ha annunciato e avviato il

    – Isabella Bufacchi

    Condono, ristrutturazione o rifinanziamento? Il peccato originale nella crisi greca del debito

    Spesso gli economisti, per risolvere analiticamente i loro modelli, partono dall'idea che si debba cominciare dal futuro per poi procedere a ritroso alla soluzione per il presente, ipotizzando che gli agenti economici siano in grado di anticipare correttamente le conseguenze di ciò che fanno oggi. Al contrario, i responsabili della politica economica, e purtroppo non solo loro, si trovano tipicamente a dover fare esattamente l'opposto: cercare di risolvere un problema presente che è frutto degl...

    – Paolo Manasse

    Eurogruppo, nulla di fatto sulla Grecia. Vertice politico d'emergenza lunedì

    «No deal at #Eurogroup», nessun accordo all'Eurogruppo, riunito a Lussemburgo, sul completamento del secondo programma di aiuti alla Grecia con l'ultima tranche da 7,2 miliardi. Lo ha annunciato appena terminato il vertice dei ministri finanziari, su Twitter, il vicepresidente della Commissione

    – con un post dal blog Econopoly

1-10 di 30 risultati