Parole chiave

Salario minimo

Il Jobs act conteneva nove deleghe al governo. Fin qui ne sono state esercitate otto, lasciando l’ultima in stand by, in attesa di un accordo tra le parti sociali sulla riforma dei contratti. La delega votata dal Parlamento prevede l’introduzione in via sperimentale del compenso orario minimo legale applicabile ai rapporti di lavoro subordinato, alle collaborazioni coordinate e continuative (fino alla loro scadenza) nei settori non regolati dai contratti collettivi nazionali sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. Che prima dell’intervento legislativo del governo, però, devono essere consultate.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Datore di lavoro |