Parole chiave

Risarcimento

Accertato il demansionamento e fornita la prova del danno subito dal lavoratore, occorre procedere alla liquidazione dello stesso. Incidono: il tipo di attività pregressa svolta dal lavoratore e la professionalità acquisita, la durata e la gravità del demansionamento, la tempestività con la quale il lavoratore ha reagito, nonché tutte le altre circostanze del caso concreto. La giurisprudenza ha ribadito in diverse occasioni che il diritto del lavoratore al risarcimento del danno non patrimoniale non può prescindere da una specifica allegazione sulla natura e sulle caratteristiche del pregiudizio; mentre il risarcimento del danno biologico è subordinato all'esistenza di una lesione dell'integrità psico-fisica medicalmente accertabile, il danno esistenziale va dimostrato in giudizio con tutti i mezzi consentiti dall'ordinamento, anche per presunzioni, con la complessiva valutazione di precisi elementi quali le caratteristiche, la durata, la gravità, la conoscibilità della dequalificazione, la frustrazione di precisate e ragionevoli aspettative di carriera, gli effetti negativi sulle abitudini di vita (tra le ultime, Cassazione 19 dicembre 2008, n. 29832).

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Giustizia | Lavoratore | Risarcimento |

Ultime notizie su Risarcimento

    Euro 2020, la Uefa indennizza Bilbao: 1,3 milioni e due finali al San Mames

    La Uefa risarcirà Bilbao per il mancato svolgimento di Euro 2020 nei Paesi Baschi. E' la stessa amministrazione del capoluogo basco ad annunciare l'accordo raggiunto per il rientro degli 1,3 milioni di euro già investiti in previsione delle sfide dell'Europeo, che però non si disputeranno al San Mames per via dei vincoli posti sulla presenza di pubblico sugli spalti. La Spagna, alla fine, ha optato per Siviglia come propria sede e domani lo stadio de la Cartuja farà da sfondo alla sfida tra gli i...

    – Marco Bellinazzo

    Udinese-Anac, scontro sullo stadio: "Pronti a lasciare, ridateci 48 milioni"

    L'Udinese si dichiara pronta a lasciare la Dacia Arena e a chiedere un rimborso da oltre 48 milioni di euro. I rilievi dell'Autorità Nazionale Anticorruzione in merito alla procedura di cessione del diritto di superficie dello stadio Friuli per 99 anni da parte del Comune di Udine ha portato alla reazione del club bianconero, che ha già annunciato ricorso nelle sedi opportune, ma ha anche paventato la possibilità di richiedere la risoluzione anticipata del contratto che dal 2013 è gestito dirett...

    – Marco Bellinazzo

    Vestager: come sarà il futuro digitale dell'Europa

    Dalla protezione della privacy all'azione antitrust, dalla regolamentazione del linguaggio online alla politica sull'innovazione: ciò che accadrà nell'economia digitale europea avrà implicazioni profonde in tutto il mondo negli anni a venire

    – di Anu Bradford*

    Tebas: "Le tre della Superlega devono temere l'esclusione dalla Champions"

    La Uefa ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti di Juventus, Real Madrid e Barcellona e nei prossimi giorni si saprà quale sanzione attenderà i tre club rimasti ancorati al progetto Superlega. In attesa che si pronunci la Corte di Giustizia dell'Unione Europea, l'indagine aperta dalla Uefa è il primo campo di scontro tra l'organismo continentale e le tre "ribelli", che rischiano pure di essere escluse dalla Champions League per la prossima stagione. Tutte, sul campo, hanno ottenuto...

    – Marco Bellinazzo

1-10 di 5393 risultati