Parole chiave

Ricchezza netta

Secondo le stime di Banca d'Italia la ricchezza delle famiglie italiane al netto dei debiti è pari a 8 volte il reddito nazionale, cioè 8.600 miliardi di euro. La proposta di Assonime suggerisce di assumere in via ordinaria questa grandezza come base imponibile, applicando un'aliquota molto bassa, pari all'1 per cento. In tal modo secondo le stime degli esperti guidati da Luigi Abete, si otterrebbe un gettito fiscale pari a 9 miliardi di euro. L'imposta si chiamerebbe Ctc, contributo per la trasparenza e la crescita

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Ricchezza | Luigi Abete | Assonime | Banca d'Italia |

Ultime notizie su Ricchezza netta

    Calcio, le mani dell'Arabia Saudita sul Newcastle

    Dopo un anno di trattative e di dubbi la Premier League dà il via libera alla cessione del Newcastle a un consorzio capeggiato Public Investment Fund saudita del principe Mohammed Bin Salman

    – di Marco Bellinazzo

    Di cosa parliamo, esattamente, quando parliamo di diseguaglianza?

    L'ultima relazione annuale della Bis (la Banca dei regolamenti internazionali) di Basilea dedica un intero capitolo a uno dei temi più ricorrenti del nostro dibattito pubblico: la diseguaglianza. Chiunque frequenti le cronache, economiche e non solo, sa perfettamente quanto se ne parli e avrà sicuramente letto centinaia di pagine dove esperti, più o meno credibili, illustrano con dovizie di statistiche l'entità e lo sviluppo di queste disparità, sottolineandone gli effetti perniciosi sulla doman...

    – Maurizio Sgroi

    Covid, Tridico (Inps): «Oltre 5 milioni di beneficiari per Rdc, Rem e Naspi»

    Secondo il presidente dell'ente previdenziale l'esigenza di fornire una risposta alla richiesta di flessibilità rispetto ai requisiti ordinari della pensione di vecchiaia e della pensione anticipata, soprattutto con la fine del regime sperimentale di quota 100, va affrontata tenendo conto dell'alto livello di spesa pensionistica rispetto al Pil attuale

    Imprese e passaggio generazionale, i dilemmi e il trust

    Si avvertono diffusi timori per il futuro che sembrano incoerenti con i dati rilevati: il pessimismo per le sorti collettive (Paese, Economia, PIL) indotto o meno dalla pandemia, contrasta in maniera stridente con le rilevazioni della ricchezza privata che sembra aver raggiunto livelli mai

    – di Antonello Martinez

    Riforma fiscale, tasse sugli immobili e successione alla prova

    Secondo i dati Banca d'Italia, la quota di ricchezza netta delle famiglie ricevuta in eredità o donazione oscilla tra il 30 e il 55% della ricchezza totale posseduta, con il 5% che riceve il 50% delle eredità e delle donazioni.

    – di Fabio Ghiselli

    Al sud servono investimenti, non sussidi

    La ricchezza netta pro capite delle famiglie del Mezzogiorno era nel 2018 circa la metà di quella delle famiglie del Nord.

    – di Paolo Gualtieri

    Le ultime recessioni e il fossato sempre più profondo tra ricchi e poveri

    Le classi centrali stanno leggermente sotto, e questa tendenza rimane anche alla fine dei venti trimestri, che vedono la ricchezza netta per l'1% aumentata di circa il 60% e del bottom del 40%. ...incremento della ricchezza netta vicino al 60% a fronte del 20% della bottom.

    – Maurizio Sgroi

    Mes, Crimi: «Su riforma non faremo ostruzionismo. Pieno sostegno a Governo». Di Maio: «Non si porti Conte a patibolo». Grillo: «Mes inutile»

    La proposta presentata da Leu e Pd e subito bocciata dalla commissione Bilancio della Camera che l'ha definita "inammissibile" prevedeva un'aliquota progressiva minima dello 0,2% sui patrimoni la cui base imponibile è costituita da una ricchezza netta superiore a 500 mila euro e fino a 1 milione di euro, per arrivare al 2% oltre i 50 milioni di euro.

    – di Mariolina Sesto

    Non solo fuga di capitali. Quale sarebbe l'effetto di una patrimoniale sull'economia?

    La ricchezza netta delle famiglie italiane, misurata come somma delle attività reali (abitazioni, terreni, ecc.) e delle attività finanziarie (depositi, titoli, azioni, ecc.) al netto delle passività finanziarie (prestiti a breve termine, a medio e lungo termine, ecc.), è pari a 9.743 miliardi di euro.

    – di Dino Pesole

1-10 di 159 risultati