Parole chiave

Ribassi a raffica per il latte spot

Non si arrestano i ribassi di prezzo del latte spot, commercializzato al di fuori dei contratti di fornitura. La Borsa merci di Verona, per il prodotto nazionale crudo in cisterna, ha chiuso la prima seduta di febbraio a 310 euro a tonnellata, franco arrivo, in calo del 3,13% rispetto alla scorsa settimana. Mentre lo stesso prodotto, al 3,5% di grasso in arrivo da Germania e Austria, è precipitato a 260 euro (-3,70%). Quotazioni scese ormai ai minimi termini, a Verona, che in realtà si sono allineate al ribasso a quelle della Camera di commercio di Lodi, principale piazza di riferimento nazionale per questo prodotto, che nei giorni scorsi aveva chiuso la seconda seduta quindicinale di gennaio a 307 euro a tonnellata, franco arrivo, Iva esclusa, per il prodotto nazionale in cisterna. Con il latte tedesco al 3,6% di grasso in picchiata, a una media di 250 euro, crollato del 7,41%, e quello francese addirittura a 230 euro (-6,12%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Pubblicità | Verona | Camera di Commercio | Massimo Agostini |