Parole chiave

Revisione assegno

Per revisione dell’assegno divorzile si intende la modifica dell’importo stabilito dal giudice in sentenza. Al ricalcolo della somma, si procede solo su istanza di parte. È solo a seguito di domanda, infatti, che il giudice, verificata la sopravvenuta modifica delle condizioni economiche delle parti e l’idoneità a stravolgere il precedente assetto patrimoniale, potrà optare per l’aumento, la diminuzione o l’azzeramento dell’assegno. Revoca possibile, a prescindere dalla possibilità di conservare il tenore di vita matrimoniale, anche per chi non sia autosufficiente e non si attivi per diventarlo.

Ultimo aggiornamento 12 maggio 2017