Parole chiave

Rettifiche di valore

Le rettifiche di valore consistono nella svalutazione dei crediti quando questi diventano in vario modo inesigibili (cioè deteriorati). Questo comporta l’iscrizione delle variazioni di valore nel conto economico. Normalmente una rettifica di valore (o un accantonamento) a fronte di crediti deteriorati incide dunque negativamente sugli utili correnti della banca: in pratica li riduce. Essa comporta altresì una diminuzione del suo attivo netto, per lo più sotto forma di una svalutazione dei crediti.

Ultimo aggiornamento 13 maggio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Rettifiche di valore |