Parole chiave

Quota 5%

Le regole sulle svalutazioni e sugli accantonamenti prevedono che in ciascun esercizio, la deducibilità è ammessa nella misura massima dello 0,50% del valore nominale dei crediti risultanti in bilancio. I l totale delle svalutazioni e degli accantonamenti non deve superare quota 5% del valore nominale dei crediti risultanti in bilancio. Questo valore, secondo la Cassazione, deve essere determinato sulla base dei dati di bilancio

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Valore nominale dei crediti risultanti | Corte di Cassazione |