Parole chiave

Quinquennio mobile

È il lasso temporale di cinque anni usato come periodo di riferimento per calcolare la durata massima degli ammortizzatori sociali che possono essere concessi a ciascuna azienda. È calcolato a ritroso dall’ultimo giorno di trattamento di integrazione salariale richiesto da ogni azienda per ciascuna unità produttiva. Il periodo già fruito, cumulato al periodo di tempo oggetto di una nuova richiesta, non deve superare
il limite di 24 mesi.

Ultimo aggiornamento 29 gennaio 2018

Ultime notizie su Quinquennio mobile

    Destinatari, durate, causali: come cambia la cassa integrazione

    Pronta la bozza del governo ma su alcuni punti prosegue la riflessione, a cominciare da costi stimati per ora in 5-6 miliardi. Ancora da definire il capitolo contribuzione e il collegamento con le politiche attive

    – di Marco Rogari e Claudio Tucci

    Ammortizzatori e disoccupazione: così cambiano (e si estendono) i sussidi

    Cigo e Cigs resteranno di 24 mesi (nel quinquennio mobile), elevabili a 30 mesi in determinati casi; per accedervi il requisito minimo richiesto è di 90 giorni di anzianità lavorativa; si chiede però di alzare i tetti del sussidio (oggi 80%) e si suggerisce inoltre di introdurre «una soglia minima di importo» anche qui pari al reddito di cittadinanza o all'assegno sociale.

    – di Claudio Tucci

    Dalla Cig alle politiche attive, ecco come saranno i nuovi ammortizzatori

    Oggi, la cassa integrazione (nelle due versioni "ordinaria" e "straordinaria") può durare 24 mesi nell'arco di un quinquennio mobile, elevabili a 36 mesi in casi determinati. ... Intanto, sul fronte Cig, M5S e Pd parlano di rivedere il meccanismo delle proroghe e di ammorbidire anche il quinquennio mobile introdotto dalla precedente normativa del 2015.

    – di Claudio Tucci

    Perché in Italia esplode di nuovo la cassa integrazione straordinaria

    Il tema è estremamente delicato, anche per via delle nuove, e più restrittive, regole introdotte dalla riforma del 2015 (durata massima del sussidio 24 mesi nel quinquennio mobile, elevabili in determinati casi a 36 mesi) e del mancato decollo delle politiche attive.

    – di Giorgio Pogliotti e Claudio Tucci

    In cassa 127mila addetti, 60mila a rischio occupazione

    Dopo le riforme di Cigs e Naspi, arriva la scadenza del «quinquennio mobile» ... Il punto è che il sistema disegnato cinque anni fa prevede regole più ferree sugli ammortizzatori (massimo 24-36 mesi in un quinquennio mobile) e il contestuale decollo delle politiche attive.

    – di Davide Colombo e Claudio Tucci

    Cassa integrazione, a rischio 180mila lavoratori. Per chi scade la Cig

    Massimo 24 mesi (o 36) in un quinquennio mobile. ... Viene poi da un lato confermato il limite della cassa integrazione ordinaria di 52 settimane nel biennio precedente, ma soprattutto viene introdotto un nuovo limite: per ciascuna unità produttiva, la somma di Cig ordinaria e straordinaria autorizzata non può superare i 24 mesi in un quinquennio mobile e si arriva a 36 nei casi (frequenti) in cui venga utilizzata anche la formula dei contratti di solidarietà (che rappresenta una delle causali...

    – di Francesca Barbieri

    Nodo costi per la Cig, ora più politiche attive

    Se ci sono però crisi che si stanno risolvendo, c'è anche un'altra faccia della medaglia: le nuove e più stringenti regole introdotte dal Jobs act e che, nei fatti, hanno ridotto la durata massima della Cig (24 mesi nel quinquennio mobile, elevabili in casi particolare a 36 mesi) e, soprattutto, l'hanno resa più costosa per gli imprenditori che la utilizzano.

    – di Claudio Tucci

1-10 di 33 risultati