Parole chiave

Questione settentrionale

Con l'espressione "questione settentrionale" si intende il malcontento delle regioni del Nord Italia, economicamente più sviluppate, verso la politica centralista dello Stato nazionale. Quest'ultimo, a fronte di una burocrazia sempre più asfissiante, non sarebbe in grado di garantire la modernizzazione delle regioni più industrializzate. La questione è esplosa come fenomeno politico alla fine degli anni 80, ma è esistita a livello culturale fin dalla nascita del Regno d'Italia

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Questione settentrionale |

Ultime notizie su Questione settentrionale

    La modernità strappata: 40 anni dal sisma che sconvolse il sud

    Per una parte di mondo, esteso più o meno quanto le provincie di Avellino, Potenza e Salerno - un comprensorio di terre dove il mar Tirreno recita la parte dell'intruso poiché la condizione umana obbedisce alla grammatica dell'Appennino anziché a quella delle coste -, ci sono orologi ancora fermi

    – di Giuseppe Lupo

    Forum Ambrosetti: le videointerviste

    Il racconto in prima persona dei protagonisti dell'annuale incontro in riva al lago di Como. Quest'anno in versione ridimensionata a causa del coronavirus

    Il terzo racconto del Mezzogiorno di Giuseppe De Rita

    Sono spesso ingannevoli i titoli dei libri. Lo è anche "Il lungo Mezzogiorno" di Giuseppe De Rita nel suo rimandare ad un libro di storia, di storia si, ma nella lunga deriva della civiltà materiale, nella sua fenomenologia dello stare in mezzo ai processi sociali, tipica di De Rita, che ha

    – di Aldo Bonomi

    Boccia: «Fare presto prima che arrivi la bufera della recessione»

    Il presidente di Confindustria all'assemblea degli imprenditori etnei rilancia il piano infrastrutturale e la questione Paese: «Non esiste un Sud contro il Nord e le persone valgono per quello che fanno non per la latitudine in cui abitano»

    – di Nino Amadore

    Lavoro, Boccia: tempi maturi per patto con i sindacati

    «I tempi sono maturi per costruire un vero patto per il lavoro insieme a Cgil, Cisl e Uil». E' quanto sostiene il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine di un incontro organizzato da Intesa Sanpaolo in merito alla nomina del nuovo leader della Cgil. Con i sindacati «c'è un tavolo

    Verso nuove geografie del lavoro nelle città mondializzate

    Nell'articolo pubblicato su CityLab, lo studioso americano Richard Florida prende in esame alcune professioni, evidenziandone in particolare l'inadeguatezza dei salari, che non permettono ai lavoratori di sostenere i costi della vita troppo alti delle megacities americane. La conseguenza - annota Florida - è la progressiva "scomparsa" di professioni come, ad esempio, quelli legati all'edilizia abitativa, al trasporto di merci, all'amministrazione e all'elaborazione delle transazioni, al telelavo...

    – ADAPT

    Il lavoro e l'anello mancante

    Nel giorno in cui si dovrebbe fare festa per il ritorno della produttività del lavoro si impone l'amara analisi della cartina dell'Italia declinata secondo il tasso di disoccupazione. E l'Italia al Sud si copre di giallo, il giallo M5s, dove la mancanza del lavoro è più forte.

    – di Alberto Orioli

    Elezioni 2018, da Berlusconi no alle larghe intese: non siamo la Germania

    «Sono a disposizione». Così Silvio Berlusconi al Forum live Facebook-Ansa ha risposto a chi gli chiede se in caso di stallo e nuove elezioni tra un anno, qualora tornasse candidabile, sarebbe pronto a proporsi di nuovo come presidente del Consiglio. Poco prima, ai microfoni di Radio 1 il leader

    – di Andrea Gagliardi

    Lo smottamento del Senato e la nuova spinta ai localismi

    La notizia delle dimissioni di un altro esponente del Governo, il sottosegretario al Lavoro Massimo Cassano, conferma il lento smottamento tra le fila del partito di Alfano. Una piccola uscita per l'Esecutivo Gentiloni ma una nuova spia rossa per la maggioranza al Senato dove la perdita verso Forza

1-10 di 123 risultati