Parole chiave

Qe

Quantitative easing

Il Qe o quantitative easing, che significa alleggerimento o allentamento quantitativo, è uno strumento non convenzionale di politica monetaria attraverso il quale una banca centrale aumenta la base monetaria - banconote più depositi alla banca centrale - e, per questa via, l'offerta di moneta, attraverso l'acquisto di prodotti finanziari sul mercato secondario come titoli di Stato, Abs, covered bond, obbligazioni societarie e altro

Ultimo aggiornamento 03 febbraio 2019

Ultime notizie su Qe

    La nuova rotta delle banche centrali

    L'emergenza sanitaria globale ha cambiato le regole del gioco. A Fed da un lato e Bce dall'altro tocca reinventarsi strategie

    – di Marcello Minenna*

    About me

    Lavoro ben fatto è mettere sempre una parte di te in quello che fai Art. 17 Manifesto del Lavoro Ben Fatto VINCENZO MORETTI Sociologo, Narratore, Founder #Lavorobenfatto Sono nato nel 1955 da Pasquale, muratore e operaio elettrico, e Fiorentina, bracciante agricola e casalinga. Desidero quello che ho e continuo ad avere voglia di cambiare il mondo. Le persone, il lavoro, la narrazione e il cambiamento sono i muri maestri della mia vita, del mio lavoro e della mia attività di studio e di ricerca...

    – Vincenzo Moretti

    Perché il dollaro è in caduta libera (-11% da marzo)

    Da marzo il biglietto verde ha perso l'11% nei confronti dell'euro e il 10% rispetto alle principali divise globali. E secondo gli addetti ai lavori il deprezzamento potrebbe non essere finito

    – di Vito Lops

    Euro e Dollaro: i cinque fattori che guidano il cambio valutario

    Da una parte c'è la debolezza del biglietto verde che soffre l'incognita politica e l'attesa per le elezioni presidenziali. Dall'altra la moneta unica sfrutta il vantaggio conseguente al fatto che il mercato percepisce più unita l'Unione Europea. Durerà? Difficile dire. Il fair value del cambio è a 1,20-1,21

    – di Vittorio Carlini

    Qe globale, ecco le banche centrali "emergenti" che stampano moneta

    Il Covid-19 ha permesso all'area emergente di smarcarsi dal pericolo di deflussi di capitale consentendo alle banche centrali locali di tagliare i tassi a livelli record e di avviare programmi di acquisto di bond sovrani. Con implicazioni evidenti sui mercati finanziari

    – di Vito Lops

    Quei 150 miliardi in fuga verso i "porti sicuri" tedeschi: cosa è successo davvero

    Tra marzo e giugno 2020 circa 150 miliardi di ? hanno lasciato l'Italia durante il picco dell'emergenza pandemica diretti verso lidi più sicuri. La riapertura dell'economia e la normalizzazione dell'emergenza sanitaria non hanno però favorito il ritorno di questa liquidità, che resta impiegata

    – di Marcello Minenna

1-10 di 3652 risultati