Parole chiave

Punti organico

È l'unità di misura delle assunzioni, basata sul costo medio annuo di ogni tipologia di personale. In generale, il professore ordinario vale un punto organico, l'associato 0,7 e il ricercatore 0,5, mentre il personale tecnico vale 0,3 punti organico. Se un ordinario è però scelto fra gli associati interni all'ateneo, l'università calcola solo la differenza di costo fra i due livelli, quindi 0,3. I punti organico sono distribuiti in base ai limiti alle spese di personale e all'indebitamento: il limite di debito che impatta sul turn over è al 10% delle entrate, quello che impedisce nuovi mutui è al 15%

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Scuola e Università |

Ultime notizie su Punti organico

    Atenei pronti ad assumere 2.400 nuovi professori

    Lo sblocco delle assunzioni nelle università si avvicina. Dal 1� dicembre finirà lo stop ai concorsi disposto dalla scorsa legge di bilancio 2019 e gli atenei potranno cominciare a utilizzare i nuovi "punti organico"

    – di Eugenio Bruno

    Bisogna favorire una maggiore mobilità

    Puntuale come il dibattito sulla dieta ideale per l'estate o sul calciomercato non poteva mancare anche quest'anno quello sugli scandali nei concorsi universitari, all'insegna degli immancabili baroni che fanno e disfano a loro piacimento. Insomma viene di nuovo apparecchiata davanti a una pubblica

    – di Massimo Carlo Giannini

    Nella manovra una università virtuale e con tante promesse

    Dopo la corsa contro il tempo per la sua approvazione, la legge di bilancio può finalmente essere studiata, anche se ex-post. Per chi si occupa di università e ricerca non è semplice estrarre le informazioni più rilevanti e, soprattutto, non è immediato distinguere tra risorse disponibili e risorse

    – di Dario Braga

    Le assunzioni «extra» nella Pa raddoppiano a quota 33mila

    C'è un punto su cui la "manovra del popolo" del governo gialloverde ricorda molto da vicino le leggi di bilancio messe a punto dagli esecutivi che l'hanno preceduto. Ed è nella sequela di assunzioni (più o meno straordinarie) nella Pa disseminate lungo le sue centinaia e centinaia di commi. Con

    – di Eugenio Bruno

    Università, in pensione il 20% degli ordinari. Tutti i numeri per ateneo e per area di studio

    Tra quest'anno e i prossimi due un professore ordinario ogni cinque lascerà la cattedra; negli studi classici l'abbandono tocca quasi un ordinario su tre, a medicina, storia e scienze politiche esce di scena un cattedratico ogni quattro, mentre l'esodo è un po' meno intenso a matematica, economia e giurisprudenza. Allargando lo sguardo ai professori di seconda fascia e ai ricercatori, dove l'età media è più bassa, la via verso l'uscita rimane affollata: poco meno del 10% dei docenti ha ancora ...

    – Gianni Trovati

    Se il talento incontra l'occasione

    Il dibattito sull'Università italiana, aperto con l'articolo di Dario Braga (Il Sole 24 Ore del 20 luglio), offre una occasione di confronto sugli interventi che possono migliorare la qualità della didattica, la competitività della ricerca, e soprattutto la selezione e il reclutamento del personale

    – di Cristina Messa

    Università, in tre anni andrà in pensione il 20% dei professori ordinari

    Tra quest'anno e i prossimi due un professore ordinario ogni cinque lascerà la cattedra; negli studi classici l'abbandono tocca quasi un ordinario su tre, a medicina, storia e scienze politiche esce di scena un cattedratico ogni quattro, mentre l'esodo è un po' meno intenso a matematica, economia e

    – di Gianni Trovati

    Che delusione l'Università ridotta a corsa al «posto»

    Mi sono laureato quaranta anni fa, nel luglio del 1977. Quaranta anni più cinque per la laurea, trascorsi quasi tutti nell'Università italiana. La cosa non è molto importate per i lettori ma mi dà il pretesto per alcune considerazioni retrospettive. Nel '77 la situazione occupazionale non era molto

    – di Dario Braga

    Che delusione l'Università ridotta a corsa al «posto»

    Mi sono laureato quaranta anni fa, nel luglio del 1977. Quaranta anni più cinque per la laurea, trascorsi quasi tutti nell'Università italiana. La cosa non è molto importante per i lettori ma mi dà il pretesto per alcune considerazioni retrospettive. Nel '77 la situazione occupazionale non era

    – di Dario Braga

1-10 di 24 risultati