Parole chiave

Proxy fight

È la “battaglia” attraverso la quale una società tenta di acquisire il controllo di un'altra raccogliendo dagli azionisti esistenti il numero di deleghe necessario per avere in assemblea la maggioranza dei diritti di voto. In un’assemblea di azionisti per votare la sfiducia o il rinnovo a un cda possono votare i presenti in sala in proprio o per delega. Ogni legittimato a intervenire può, infatti, farsi rappresentare in assemblea ai sensi di legge con delega conferita al delegato prescelto al voto, eventualmente utilizzando un modulo ad hoc.

Ultimo aggiornamento 20 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Delega |

Ultime notizie su Proxy fight

    Telecom e la lunga lotta per la rete fissa

    Una "proxy fight" quale da noi si vedono poche, aiutata da un provvidenziale intervento dello Stato, quali da noi se ne vedono molti, spodesta l'azionista di maggioranza relativa; ma nomina amministratore delegato la stessa persona che questi aveva designato. Che però, dopo?.mesi, non gode più del

    – di Franco Debenedetti

    Equita si affianca ad Elliott nella proxy fight su Telecom Italia

    Il gruppo Equita si affianca come advisor al fondo Elliott nella «proxy fight» su Telecom Italia-Tim. Secondo indiscrezioni la società guidata da Francesco Perilli e Andrea Vismara starebbe lavorando con Elliott con un incarico preciso: la gestione dei rapporti con gli investitori istituzionali. Già nel recente passato Equita ha svolto in diverse operazioni di Borsa il ruolo di interlocutore con il mercato: un track record che spazia dalle vicende Salini-Impregilo, fino a Rcs-Cairo e FriEl-Aleri...

    – Carlo Festa

    Telecom, Assogestioni si astiene dalla lista: i proxy advisor contro Vivendi

    Assogestioni non presenterà una lista di minoranza per il Cda di Telecom Italia. La decisione è stata presa all'unanimità ed è arrivata dopo che, uno dietro l'altro, tutti i proxy advisor, grandi consulenti dei fondi nelle assemblee delle società quotate, si sono schierati a favore del progetto di «proxy fight» portato avanti dal fondo Ellliott. L'impressione è che si stia costituendo un fronte compatto dei fondi comuni. La decisione di non presentare una lista da parte di Assogestioni consente...

    – Carlo Festa

    I «proxy advisor» schierano i fondi dalla parte di Singer

    Assogestioni non presenterà una lista di minoranza per il cda di Telecom Italia. La decisione è stata presa all'unanimità ed è arrivata dopo che, uno dietro l'altro, tutti i proxy advisor, grandi consulenti dei fondi nelle assemblee delle società quotate, si sono schierati a favore del progetto di

    – di Carlo Festa

    Sfida per Telecom Italia, caccia ai voti di Blackrock, Vanguard e Norges Bank

    Sarà una partita al fotofinish. E i grandi fondi istituzionali esteri, molti americani, che rappresentano la maggioranza nel parterre di soci di Telecom Italia, diventeranno l'ago della bilancia in vista dell'assemblea di inizio maggio. Secondo indiscrezioni, non è un caso che da qualche settimana siano iniziate discussioni iniziali con i fondi istituzionali esteri più rilevanti in termini di possibile peso in assemblea. Su questo fronte inizierà a lavorare intensamente dall'inizio della prossi...

    – Carlo Festa

    Vivendi sceglie di far decadere il Cda di Telecom Italia: mossa estrema per resistere ad Elliott

    Vivendi sceglie la strada della decadenza del Cda. Nel cda di Telecom che si e' tenuto nel pomeriggio hanno rassegnato le dimissioni con decorrenza dal 24 aprile i consiglieri Arnaud de Puyfontaine, Camilla Antonini, Frederic Crepin, Felicite Herzog, Marella Moretti, Herve Philippe e Anna Jones. E' quanto comunica il gruppo in una nota, precisando che si verificano pertanto le condizioni per la decadenza del cda. Il consiglio ha quindi convocato per il 4 maggio l'assemblea dei soci per l'integra...

    – Carlo Festa

1-10 di 39 risultati