Parole chiave

Profilo di rischio

Il profilo di rischio del risparmiatore deve essere valutato prendendo in considerazione numerosi fattori, dalla conoscenza degli strumenti finanziari all'esperienza in materia di investimenti, dall'orizzonte temporale agli obiettivi che si prefigge. Altri elementi che entrano in gioco nella misurazione sono la capacità di generare reddito e quella di accantonare risparmi, in base a un'analisi del bilancio familiare. Inoltre, ai fini della valutazione rilevano anche il valore delle proprietà, al netto di debiti e mutui, e quello degli investimenti a lungo termine. Il profilo di rischio non è statico, ma tende a modificarsi nel tempo.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Risparmio personale | Profilo di rischio |