Parole chiave

Product placement

Il product placement consiste nell'inserimento intenzionale, con finalità promozionali, di riferimenti, marchi o prodotti in un'opera audiovisiva o in un'opera dell'ingegno di altra natura (canzoni, fumetti, videogame) a fronte del pagamento di un corrispettivo. Tempi e modi di esposizione di brand e prodotti sono stati regolati con l'entrata in vigore, nel 2004, del Decreto Urbani (Dm 30 luglio 2004)

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Marchi e brevetti | Entrata in vigore |

Ultime notizie su Product placement

    La Caporetto del turismo nelle terme più amate dagli stranieri

    Nel panorama generale di grande difficoltà causato dall'epidemia, dai limiti posti per contenere il contagio e dalla riduzione dei viaggi, ci sono luoghi nei quali si soffre di più. Tanto da spingere a cercare forme nuove e visibili per far capire quello che sta accandendo. E' il caso delle terme venete nel Padovano : il consorzio di Abano Terme - con le sue 107 strutture alberghiere e 5mila dipendenti - è il più grande complesso termale d'Europa, nella zona di Abano, Montegrotto e dei Colli Eu...

    – Barbara Ganz

    Pierpaolo Piccioli porta a Shanghai la sua visione di Valentino

    Evento speciale battezzato «Re-Signify»: progetto ambizioso che si rifà (anche) alle teorie della semiologia, per mostrare come la moda sia una chiave di lettura del contemporaneo, grazie a contaminazioni con altre forme d'arte

    – di Angelo Flaccavento

    Il mestiere di scrivere raccontato da Nicola Chiacchio

    Caro Diario, Nicola Chiacchio is back. Sì, è tornato, nel frattempo Aula O è diventata Bottega O e la sua biografia si è arricchita di tante altre cose come è normale che accada nelle nostre vite. Ha scritto un commento a uno dei libri di testo che con Maria D'Ambrosio abbiamo scelto per i corsisti che biennalizzano l'esame, Il mestiere di scrivere, di Raymond Carver. Intanto ti consiglio di leggerlo, io poi ritorno alla fine. CARVER LETTO DA ME di Nicola Chiacchio A dispetto di quanto credes...

    – Vincenzo Moretti

    Achille Lauro passa con Elektra (Warner) e diventa chief creative director. Ma Sony precisa: esclusiva con noi

    Se non sopportate l'idea che uno che niente sa di 1969 e David Bowie intitoli un disco «1969» e si travesta da David Bowie, per cortesia fermatevi qui. Se il personaggio vi dà ai nervi, non continuate a leggere questo articolo. Lasciate l'articolista da solo, abbandonato alla pena di dover scrivere ancora una volta di Achille Lauro, il concorrente della 70esima edizione di Sanremo che, assieme a Morgan e Bugo, più si è fatto notare (e di certo certo per le sue performance canore): il trapper di ...

    – Francesco Prisco

    Nutella, c'è chi dice di no

    Dai cantanti fuori da Sanremo ai produttori di nocciole calabresi, alla vigilia del World Nutella Day la crema alla nocciola più amata attira qualche diniego

1-10 di 183 risultati