Parole chiave

Prelievo forzoso

Il prelievo forzoso consiste in un prelievo straordinario sui conti correnti bancari degli italiani. Se ne discute in questi giorni come misura per superare la difficile situazione in cui versano le casse dello Stato. Un prelievo, anche questo, non dissimile da quello del 1992, durante il Governo Amato che nel suo primo mandato da presidente del Consiglio emise un decreto in cui tra le altre cose veniva deliberato reatroattivamente il prelievo forzoso del 6 per mille dai conti correnti bancari. Un decreto attuato l'11 luglio 1992, a causa di una situazione di drammatica emergenza della finanza pubblica. Come quella di oggi.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Prelievo forzoso |

Ultime notizie su Prelievo forzoso

    Patrimoniale sì o no, capiamo meglio (numeri alla mano)

    In un recente articolo su Econopoly ci siamo occupati di capire quali potrebbero essere i vantaggi di una imposta patrimoniale in Italia: se fosse introdotta mantenendo costante il peso fiscale complessivo (per esempio, riducendo allo stesso tempo le imposte sul lavoro), potrebbe essere un'occasione per rimodulare il carico fiscale, aumentando però l'equità del sistema e liberando risorse a favore della crescita e del benessere dei cittadini. "Grande è la confusione sotto il cielo", però, quando...

    – Tortuga

    Patrimoniale made in Bundesbank? Proposta irricevibile

    Il capo economista della Bundesbank Karsten Wendorff rilancia il progetto della patrimoniale in Italia. Un tema che la banca centrale tedesca indica spesso come soluzione finale per sistemare la nostra finanza pubblica. Wendorff, che dice di parlare a titolo personale, propone una variante sotto

    – di Ernesto Preatoni (*)

    "Patrimoniale" al 20%, il piano della Bundesbank per dimezzare il debito italiano

    Un fondo "salva-Stato" tutto italiano, finanziato con il risparmio degli italiani attraverso speciali titoli di Stato di solidarietà sottoscritti forzatamente dai risparmiatori nella misura del 20% del proprio patrimonio netto: così l'Italia, attingendo alla ricchezza degli italiani, può risolvere

    – dal nostro corrispondente Isabella Bufacchi

    Perché la patrimoniale è inutile e dannosa

    In queste ore, sempre più spesso, sento evocare una possibile tassa patrimoniale per dare un taglio sostanzioso al debito pubblico. Io ho provato a fare un po' di conti con quella che può sembrare una provocazione. In realtà rappresenta solo un esercizio utile a dimostrare che quanti parlano di

    – di Ernesto Preatoni

    Rischio Paese e ricchezza privata, se fossero i cittadini a salvare lo Stato?

    La notiza del declassamento di Moody's era già abbondantemente scontata dai mercati. Meno il fatto che l'agenzia ci riservasse la clemenza di mantenere stabile l'outlook. Una decisione, quest'ultima, motivata con i punti di forza che ancora l'Italia conserva. Tra questi l'agenzia cita ad esempio

    – di Andrea Franceschi

    Prelievi forzosi dai conti correnti, a Cipro torna la paura

    Cipro non riesce ancora a scacciare i fantasmi del passato. A oltre cinque anni di distanza dal "bail-in" che spazzò via in una notte 9,4 miliardi di euro (tra azioni, obbligazioni bancarie e conti correnti), l'enorme massa di crediti incagliati continua a pesare sul sistema finanziario dell'isola

    – di Enrico Marro

    Il Fmi: tra due anni ciprioti più ricchi degli italiani (e nel 2022 pure i cechi)

    Alla faccia di "una faccia una razza", come dicono a Cipro dei fratelli italiani. Ma come: i ciprioti, cittadini dell'unico Paese Ue a subire nel 2013 nel giro di una notte un dolorosissimo bail-in (con prelievo forzoso dai conti correnti bancari) e un spaventosa recessione, stanno per diventare

    – di Enrico Marro

    Multe latte, ennesima sconfitta della strategia italiana nella Ue

    L'Italia deve pagare. La decisione della Corte di Giustizia Ue sul recupero delle multe latte non versate dagli allevatori, ma anticipate a Bruxelles dalla Stato italiano, anche se si riferisce a una sola rata (la settima in scadenza quest'anno)) del piano di rateizzazione modificato

    – di Annamaria Capparelli

    Proposta: un Patto Fiscale per ridurre il debito pubblico e rilanciare l'Italia

    a cura di Gabor David Friedenthal [1] e Carlo Milani La recente pagella rilasciata dalla Commissione Europea sui conti pubblici vede per l'Italia approvare sostanzialmente le misure fino al momento adottate. Da Bruxelles arrivano comunque delle "raccomandazioni" rilevanti, soprattutto in vista della prossima manovra autunnale che dovrà aggiustare il bilancio statale per il triennio 2018-2020. In particolare, l'attenzione della Commissione si è focalizzata sul tema del rispetto della regola del d...

    – Carlo Milani

    Pesaro-Urbino presenta esposto contro i tagli insostenibili alle Province

    Accogliendo, primo in Italia, l'appello rivolto a tutti i presidenti delle Province dal presidente dell'Upi Achille Variati, il consiglio provinciale di Pesaro e Urbino ha dato mandato all'unanimità al presidente della Provincia Daniele Tagliolini di presentare un esposto cautelativo alla Procura

    – di Enrico Bronzo

1-10 di 161 risultati