Parole chiave

precoci

Anzianità contributiva di 41 anni

Sono quei lavoratori con almeno 41 anni di contributi e che abbiano lavorato per almeno 12 mesi prima dei 19 anni di età. La pensione anticipata è concessa a chi è disoccupato, o assistono familiari con handicap grave o invalidi civili al 74% o addetti a mansioni gravose

Ultimo aggiornamento 06 dicembre 2018

Ultime notizie su precoci

    Documento Cgil-Cisl-Uil al governo: reddito e quota 100 non bastano, ridurre cuneo sul lavoro

    Sulla previdenza per i sindacati è positiva l’apertura di una base di confronto su “quota 100”, ma da sola non risponde appieno alle esigenze di molti lavoratori, «manca qualunque riferimento alla pensione di garanzia per i giovani, agli interventi a favore delle donne, dei lavoratori precoci, dei lavori gravosi e la separazione tra previdenza e assistenza».

    – di Giorgio Pogliotti

    Esodati, già spesi 3 miliardi su 12 per gli assegni straordinari

    Questa richiesta era arrivata fino al ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, ma poi nella messa a punto del “pacchetto pensioni” con “quota 100” e le proroghe di “opzione donna”, Ape sociale e anticipo con 41 anni di contributi per i precoci, non è stata considerata.

    – di Davide Colombo

    Ape sociale Precoci

    ...anticipata precoci ... Lavoratori aventi diritto all'Ape sociale e alla pensione anticipata precoci

    – Scadenziario

    Pensioni «quota 100»: niente cumulo con redditi da lavoro fino a 67 anni

    «Le flessibilità dei precedenti governi, dall'Ape sociale alle uscite anticipate per precoci e usuranti avevano un budget di 1,8 miliardi e sono stati spesi poco più di 600 milioni secondo i dati disponibili fino a luglio» ha spiegato al Sole24Ore il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon.

    – di Davide Colombo

    Pensioni, da quota 100 ai precoci: le risposte ai dubbi dei lettori

    Ho letto che i lavoratori precoci possono accedere alla quota 41+cinque mesi di contributi, a prescindere dalla età anagrafica, a patto che prima dei 19 anni abbiano lavorato per almeno 12 mesi effettivi, anche non continuativi. Ma secondo me c'è un errore di fondo: i precoci per poter beneficiare dell’uscita a 41 anni di contributi, a prescindere dell’età anagrafica, devono far parte delle famose 15 categorie di lavoratori “gravosi”.

    – a cura di Antonello Orlando

    «Quota 100», precoci e vecchiaia: la corsa alle pensioni può liberare 620mila posti

    I calcoli dell’Upb arrivano a un totale di 620.592 pensionati potenziali nel 2019 se si aggiungono anche i candidati alla pensione di vecchiaia, gli altri anticipi e i lavoratori precoci, che potranno uscire con 41 anni di contributi avendo fatto più di un anno di impiego prima dei 19 anni e che rientrano in determinate condizioni di disagio sociale o lavorativo.

    – di Davide Colombo

    Pensioni, da quota 100 a opzione donna: ecco tutte le vie di uscita nel 2019

    Sono infatti oltre 475mila i potenziali beneficiari della quota cento che potrebbero sommarsi a circa 90mila nuovi assegni di vecchiaia, a 74mila pensioni per lavoratori precoci e a circa 60mila pensionati anticipati, secondo le simulazioni... Quarta possibilità: i lavoratori precoci I lavoratori precoci possono accedere alla quota 41+cinque mesi di contributi, a prescindere dalla età anagrafica, a patto che prima dei 19 anni abbiano lavorato per almeno 12 mesi effettivi, anche...

    – di Francesca Barbieri

    Pensioni quota 100, ecco chi rischia le penalizzazione del 34,7%

    L’anno prossimo, sempre stando alla simulazione UpB e facendo riferimento ai soli lavoratori attivi (esclusi dunque coloro che hanno un temporaneo vuoto contributivo), andrebbero in pensione con gli altri canali previsti dalla Fornero altri 183.460 lavoratori, questi senza alcuna penalizzazione sull’assegno perché hanno raggiunto i requisiti per la vecchiaia a 67 anni, l’anticipo a 43 e 3 mesi oppure perché sono precoci, e avendo lavorato almeno un anno prima dei 19 possono...

    – di Davide Colombo

1-10 di 501 risultati