Parole chiave

Posizioni nette corte

La Consob rileva le posizioni «nette corte» degli investitori sulle società quotate. Si tratta degli investitori che vendono titoli che non possiedono, facendoseli prestare da banche o broker. Le posizioni corte indicano dunque l’ammontare dei titoli venduti allo scoperto: tecnica che serve per puntare sul ribasso dei titoli. Le posizioni sono «nette», perché vengono compensate con quelle lunghe degli stessi investitori.

Ultimo aggiornamento 05 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Posizione corta | Consob |