Parole chiave

Posizioni «corte»

Nel gergo dei mercati finanziari, le posizioni «corte» (short in inglese) sono le speculazioni ribassiste degli investitori. Si distinguono dalle posizioni «lunghe»: queste ultime rappresentano infatti le scommesse sul rialzo di un titolo o di un settore. Le posizioni «corte» fanno il contrario: scommettono sul ribasso. Si costruiscono con vendite allo scoperto (quando un investitore si fa prestare i titoli, li vende e li ricompra poi a prezzi più bassi), ma anche con derivati o strumenti simili.

Ultimo aggiornamento 14 febbraio 2018