Parole chiave

Poison pill

Di fronte a un'operazione di offerta pubblica di acquisto ostile finalizzata la cambiamento della proprietà e del management, la società bersaglio può mettere in atto diverse tecniche di difesa: le cosiddette poison pills. Si tratta di uno strumento "classico" (definito shareolders rights plan) nato nel diritto societario americano. Tali operazioni difensive possono avere diversi obiettivi. Tra questi può ricordarsi, per esempio, quella di tentare di incrementare il costo necessario per raggiungere il quantitativo di adesioni che l'offerente intende raggiungere. E non solo: può essere tentata la strategia di mutare le caratteristiche patrimoniali e aziendali della società target, in modo tale da rendere inefficacie, o ritardare i tempi dell'offerta pubblica d'acquisto non sollecitata. O ancora, il management dell'azienda preda può decidere di promuovere un'offerta contraria sulle azioni dello stesso offerente.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Azienda preda | Poison |

Ultime notizie su Poison pill

    Unilever, tasse e norme anti-scalata dietro la scelta di Rotterdam

    In gergo finanziario la chiamano poison pill, "pillola avvelenata". E' la strategia, garantita dalla legislazione olandese, che permette alle società di contrastare o scoraggiare le acquisizioni ostili. Ed è certamente, insieme alla generosa legislazione fiscale, uno dei fattori che hanno

    – di Michele Pignatelli

    Mediaset, in assemblea passa il cda «blindato». No dei fondi, assente Vivendi

    Il regalo di Natale per Mediaset è la trincea «Anti-Vivendi». Silvio Berlusconi alza uno scudo di governance, sottoforma di nuovo statuto, contro l'ex amico , oggi «rivale», Vincent Bollorè. La tv dell'ex premier avrà un consiglio di amministrazine blindato, dove Fininvest avrà una salda presa e

    – di Andrea Fontana e Simone Filippetti

    Pirelli in Borsa con la «poison pill»

    Un consiglio con 15 posti, di cui otto riservati agli indipendenti. Tutela "dell'italianità" di un'azienda a controllo cinese (ma senza direzione e coordinamento) con la maggioranza qualificata del 90%. Prospettiva di un ampliamento consistente del flottante con l'alleggerimento di vecchi e nuovi

    – Antonella Olivieri

    Gestione 2014 positiva per Artprice, pesante perdita per artnet per oneri straordinari

    Artnet e Artprice, entrambe attive nel business dell'informazione dedicata al segmento arte, hanno recentemente pubblicato i risultati della gestione 2014. Positivi e in miglioramento i risultati di Artprice quelli di artnet hanno risentito di uno stanziamento straordinario a copertura di rischi

    – Maria Adelaide Marchesoni

    Artnet: effetto boomerang della poison pill del 2012

    La storia si ripete per l'info provider tedesco artnet. Nel corso dell'assemblea che si è tenuta a Berlino in questi giorni gli azionisti hanno assistito a una replica della pericolosa "lotta" che nel 2012 aveva visto come protagonisti la coalizione Redline e Weng Fine Art (gruppo tedesco quotato

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Sotheby's cede alle richieste di Dan Loeb e il Consiglio apre a tre nuovi membri

    Dopo circa un anno di attacchi in carta bollata e attraverso la rete, Sotheby's e Third Point trovano un accordo proprio alla vigilia dell'assemblea annuale. Si conclude la lotta tra il magnate degli hedge fund Daniel S. Loeb e Ruprecht, ceo della casa d'aste, che accetta di aggiungere i tre

    – Maria Adelaide Marchesoni

    Sotheby's: Dan Loeb, dalla carta bollata alla campagna mediatica

    La lotta tra il Ceo di Sotheby's (NYSE:BID) e Dan Loeb, fondatore dell'hegde fund Third Point si fa sempre più intensa. Dan Loeb "abbondona" la carta bollata (Il mese scorso , Loeb ha citato Sotheby's per rimuovere le restrizioni della poison pill che bloccano l'hedge fund di acquisire fino al 20%

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Hedge Fund vs Sotheby's: Third Point querela la poison pill di Ruprecht

    L'hedge fund attivista Dan Loeb lancia ancora un'offensiva contro Sotheby's. In questi giorni, il fondatore miliardario dell'hedge fund Third Point ha citato in giudizio la casa d'aste nel tentativo di rimuovere la poison pill che, di fatto, gli ha impedito di condurre la sua "battaglia". Loeb,

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Skate's cede ad Abbey House l'Art Market Research e il 5,68% di Artnet

    Con una mossa che ha sorpreso gli addetti ai lavori, a metà febbraio Sergey Skaterschikov, fondatore di Skate Press e Skate's Art Market Research, il servizio di analisi a supporto degli investimenti in arte, ha ceduto due importanti partecipazioni detenute dalla holding Skate's Capital. Le

    – di Maria Adelaide Marchesoni

1-10 di 42 risultati