Parole chiave

Piano di razionalizzazione

I «piani di razionalizzazione» delle società partecipate, con cui gli enti devono individuare le aziende da dismettere, sono stati introdotti dalla manovra per il 2015, ma senza obblighi specifici di alienazione e soprattutto senza sanzioni per gli inadempienti. Il nuovo testo unico delle partecipate li riprende, prevedendo un «piano straordinario» nei primi sei mesi e successivamente un piano annuale, imponendo l’obbligo di alienazione per le società che non rispondono ai requisiti previsti dallo stesso testo unico. In particolare, le pubbliche amministrazioni devono alienare le società:
- Che non raggiungono nel triennio precedente un fatturato medio pari ad almeno un milione di euro

- Che hanno più amministratori che dipendenti
- Che sono attive in settori già “coperti” da altre partecipate dell’ente
- Che non rientrano nei parametri di attività previsti dalla stessa riforma

Ultimo aggiornamento 15 aprile 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Pubblica Amministrazione | Riforma |

Ultime notizie su Piano di razionalizzazione

    L'agenzia delle Entrate trasloca

    Le Entrate cambiano casa. Dal prossimo 15 giugno, infatti, la sede legale dell'Agenzia è trasferita da via Cristoforo Colombo n. 426 c/d a Via Giorgione n. 106, Roma.

    Ferrovie, Trenord taglia 50 corse. Proteste dei pendolari

    La società dei treni lombardi Trenord, partecipata da Fnm (holding della Regione Lombardia) e Trenitalia, presenta il suo piano di razionalizzazione dei treni, che porta la firma del nuovo ad Marco Piuri. Mercoledì 7 novembre è previsto un incontro tecnico con la Regione Lombardia; poi giovedì 8

    – di Sara Monaci

    Le tasse da tagliare sul lavoro

    E'un Def "sospeso" quello varato ieri, in linea con la situazione politica sorta dopo il voto del 4 marzo. E tuttavia con alcune urgenze da non disattendere, a partire dal taglio delle tasse sul lavoro. I dati diffusi ieri dall'Ocse lo confermano: nel 2017 il cuneo fiscale si è attestato al 47,7%,

    – di Dino Pesole

    Creval sotto i riflettori dopo ok ad aumento di capitale

    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 20 dic - Balzo del Credito Valtellinese in Borsa, dopo l'ok dell'assemblea all'aumento di capitale con un'ampia maggioranza di voti favorevoli. Il titolo, che ha aperto in rialzo del 10%, sale ora dell'8,11% a 1,36. Le azioni hanno toccato il minimo storico

    – di Chiara Di Cristofaro

    Carige, ok Bce a Malacalza: può salire

    Carige chiude l'aumento di capitale e vola in Borsa con ripetute sospensioni al rialzo. Si è chiuso l'aumento di capitale da 560 milioni di euro di Banca Carige. Il bilancio è positivo: è stato sottoscritto circa il 66% dell'offerta in opzione per un ammontare di circa 331 milioni di euro e circa

    – Carlo Festa

1-10 di 160 risultati