Parole chiave

PBoC

People Bank of China, Banca popolare cinese, è la banca centrale della Cina. Come tale si occupa della politica monetaria del Paese. In agosto ha colto di sorpresa i mercati favorendo un deprezzamento del renminbi. Molti hanno visto nella mossa l’obiettivo di voler sostenere l’economia - in forte rallentamento - attraverso un rapporto di cambio più favorevole con le altre valute. Pechino sostiene invece che la decisione è legata alla volontà di far determinare maggiormente al mercato il valore della moneta cinese.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: People Bank of China | Cina | Banca Popolare |

Ultime notizie su PBoC

    La Fed assicura liquidità a tutti tranne la Cina

    La dimostrazione più lampante è, in questi giorni, la scelta della Fed di tagliare fuori la banca centrale cinese (People Bank of China o PBoC) dal network di banche centrali con cui ha stipulato linee swap per lo scambio di valute. ... Una cifra enorme che da sola rappresenta circa 1/3 dei 3000 miliardi di dollari di riserve valutarie detenute dalla PBoC. ... Una volta esaurite le disponibilità cash di dollari (circa 18 miliardi, pari allo 0,5% delle riserve), la PBoC potrebbe decidere di...

    – di Marcello Minenna

    Coronavirus, il mini-rimbalzo dei mercati può durare? I fattori da tenere d'occhio

    Per i broker l'intervento della banca centrale cinese e la volontà di Pechino di limitare gli effetti del coronavirus stanno contribuendo al recupero, ma l'ottimismo è dettato anche dall'andamento dell'economia americana e dall'euforia per l'azienda di Elon Musk che sta volando a Wall Street

    – di Andrea Fontana

    Cina, Svezia e Iran: tutte le Banche centrali che pensano alla loro Libra

    La più vicina a realizzare una valuta digitale potrebbe essere la Cina, che ha preso l'annuncio di Facebook come una sfida per arrivare al traguardo prima che nascesse Libra, se mai vedrà la luce. L'ultimo paese in ordine di tempo ad annunciare un progetto di digitalizzazione della propria moneta è

    – di Pierangelo Soldavini

    Effetto banche centrali ma non solo, Piazza Affari (+1,9%) guida l'Europa

    Ampi progressi per i listini del Vecchio Continente, sostenuti anche da Wall Street che sale più dell'1%. Sotto i riflettori le mosse della Germania e delle Banche centrali, con gli stimoli annunciati dalla Cina e le possibili azioni di Fed e Bce. Si continua a guardare ai rapporti commerciali tra Stati Uniti e Cina. A Piazza Affari volano Cnh Industrial, le banche e gli industriali. Spread chiude invariato a 208 punti

    – di Flavia Carletti e Stefania Arcudi

1-10 di 230 risultati