Parole chiave

Patto marciano

Si definisce patto marciano qualsiasi contratto con cui creditore e debitore si accordano nel senso che, in caso di inadempimento del debitore, il creditore acquista la proprietà del bene del debitore e da quest’ultimo offerto precedentemente in garanzia; con l’obbligo però del creditore di versare al debitore la differenza tra l’importo del proprio credito e il valore del bene oggetto di garanzia. Il patto marciano si differenzia dal patto commissorio (nullo) proprio per quest’ultimo punto.

Ultimo aggiornamento 19 settembre 2017

Ultime notizie su Patto marciano

    Aste immobiliari in aumento del 4% nel 2018, «valgono» 36,4 miliardi

    Aumenta il numero delle esecuzioni immobiliari e il settore delle aste sconta ancora forti difficoltà di funzionamento, a partire dallo scarso successo delle procedure telematiche per terminare con la lentezza dei tempi dei Tribunali. Fa un balzo, però, il numero di immobili aggiudicati sul totale

    – di Adriano Lovera

    Recupero crediti, le banche non rinunciano al tribunale

    E' stretto il legame che corre tra tempi di recupero dei crediti ed erogazione dei finanziamenti da parte delle banche. Se queste ultime possono contare su procedure più rapide e certe a guadagnarne saranno anche le imprese. Un'ovvietà che ha guidato i più recenti interventi in materia di diritto

    – di Giovanni Negri

    Accordo Abi-Confindustria per promuovere misure garanzia credito

    Spingere, fra i rispettivi associati le «nuove figure di garanzia» sul credito introdotte negli anni scorsi dal governo, e finora non o poco utilizzate. Questo l'obiettivo del protocollo fra Abi e Confindustria firmato oggi a Palazzo Chigi, presenti anche il presidente del Consiglio Paolo

    – di Redazione Roma

    Cinque regole d'oro per una scelta di vita

    Quello della casa è forse uno dei più importanti acquisti della vita. Ricorrere a un finanziamento può essere necessario. Il "mutuo ipotecario" è lo strumento più diffuso per realizzare questo acquisto. Chiunque può richiederlo, rivolgendosi a una banca o a un altro operatore finanziario. Il

    – di Magda Bianco

    Padoan: stock di Npl al punto di svolta

    Tra la fine dell'anno e l'inizio del prossimo «si prevedono cessioni di Npl per 66 miliardi», dopo i 16 miliardi che sono stati gestiti l'anno scorso con vendite sul mercato o cessioni ai veicoli di cartolarizzazione.

    – Gianni Trovati

    Banche, piano Npl in quattro mosse

    Nel cantiere-manovra entra un capitolo dedicato a banche e finanza. In prima linea ci sono ancora una volta i crediti deteriorati, con il duplice obiettivo di aiutare la discesa dello stock e di limitare la formazione di nuove sofferenze. Allo studio l'ipotesi di creare con l'accordo Ue nuove

    Visco: giusta strada riforme su crediti deteriorati

    «La gestione dei crediti deteriorati è stata oggetto, nel corso dell'anno, di forte, costante attenzione». Lo ha detto il Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, in audizione alle commissioni Finanze di Camera e Senato, sottolineando che «è fondamentale accelerare» la riduzione dei crediti

1-10 di 60 risultati