Parole chiave

Patto di servizio

Accordo tra il centro per l'impiego e l'utente, sottoscritto da entrambe le parti. Attraverso vari colloqui di orientamento, entro un certo arco temporale dalla sottoscrizione del patto i soggetti definiscono un piano di azione individuale che può prevedere diverse proposte di politica attiva: tirocini, corsi di formazione, colloqui di selezione con un'azienda e altre misure. Il patto di servizio è proposto innanzitutto ai disoccupati, ma anche a persone occupate che intendano migliorare o modificare la propria condizione occupazionale. Secondo l'Isfol, sono 206 su 553 i centri per l'impiego in cui viene fatto sottoscrivere un patto e 186 quelli in cui è previsto il piano di azione individuale.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Lavoro | Patto di servizio | Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori |

Ultime notizie su Patto di servizio

    Reddito cittadinanza: tutto quello che c'è da sapere in 10 punti-chiave

    Da mercoledì 6 marzo è possibile presentare le domande per ottenere il reddito e la pensione di cittadinanza. Le procedure informatiche - predisposte dall'Inps - consentiranno la ricezione delle domande, che potranno essere presentate secondo le seguenti modalità:??agli sportelli postali

    – di Francesca Barbieri

    Reddito di cittadinanza: avvio al lavoro solo per 1 beneficiario su 4

    Poco più di 120mila tra gli oltre 488mila nuclei percettori del reddito di cittadinanza, accolti nella prima tranche di domande di marzo, saranno chiamati dai centri per l'impiego per sottoscrivere il patto per il lavoro ed attivare un percorso di inserimento occupazionale. Si tratta di oltre il

    – di G. Pogliotti e C. Tucci

    Reddito di cittadinanza: ibrido distorsivo tra lavoro e povertà

    Scrivendo su temi legati alla povertà, si rischia di attirare le polemiche di chi richiama continuamente la crisi dell'ultimo decennio, la pesante recessione ed i cinque milioni di poveri. Si tratta di critiche parziali però, dalle quali non bisogna farsi influenzare nelle analisi di una misura politica. Perché tenere conto dei cinque milioni di poveri ma non dei quasi quattro milioni di lavoratori irregolari stimati da Istat? O dei quasi cento miliardi di euro di sommerso derivanti da sottodich...

    – Francesco Bruno

    Reddito cittadinanza, dal modulo di richiesta alla card: tempi e scadenze

    Il reddito di cittadinanza parte, secondo il decretone, ad aprile. Da marzo, dopo il giorno cinque, dovrebbero partire le domande. Il sussidio si può richiedere, anche in modalità telematica, presso gli uffici postali oppure presso i Caf, previa stipula convenzione con Inps. Il modulo di domanda è

    – di Claudio Tucci

    Decadenza e carcere: cosa rischiano i «furbetti» del reddito di cittadinanza

    Se il beneficiario del reddito di cittadinanza omette di comunicare la variazione di reddito e patrimonio (che porterebbe a perdere o a ridurre il sussidio) rischia la reclusione da uno a tre anni. Per dichiarazioni o documenti falsi la sanzione è il carcere da due a sei anni. Non solo. E' prevista

    – di Claudio Tucci

1-10 di 49 risultati