Parole chiave

Patrimoniale sul lusso

Auto di grossa cilindrata, barche, aerei. Sono i beni presi di mira dal decreto "Salva Italia" , il primo varato dal Governo Monti. Si prevede l'esazione di una tassa annuale commisurata alla dimensione e al valore del bene posseduto. Se, per esempio, per uno scafo della lunghezza massima di 12 metri bastano 800 euro all'anno, da versare entro il 31 maggio, la tassa sale a 12.500 euro se lo scafo ha una lunghezza compresa tra i 34 e i 44 metri e arriva a 65mila euro se la barca è di 64 metri. Lo stesso discorso vale per gli aeromobili, con una graduazione legata al peso massimo al decollo del velivolo. Devono pagare la tassa non solo i proprietari ma anche gli eventuali usufruttuari o chi utilizza il bene in questione come titolare di una locazione, anche finanziaria. La tassa non scatta invece per i non residenti e per le unità da diporto utilizzate da associazioni di volontariato che le utilizzano solo per fini di assistenza sanitaria o pronto soccorso

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Tassa annuale | Governo Monti |