Parole chiave

Omt

Le Outright Monetary Transactions, operazioni dirette, sono un programma di acquisto illimitato di titoli di Stato lanciato nel settembre 2012 dopo la famosa frase di Mario Draghi, deciso a fare «qualunque cosa sia necessaria» a garantire il futuro della zona euro. Parole sufficienti a bloccare la speculazione dei mercati contro i Paesi più vulnerabili: il piano non fu mai messo in pratica.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Zona euro | Mario Draghi |

Ultime notizie su Omt

    La riforma del fondo salva-stati (Mes) e il ritorno di fiamma di Italexit

    Post* di Guido Iodice e Daniela Palma, autori di Keynes blog - In questi giorni si sta facendo un gran parlare della riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità (MES o EMS in inglese), lo strumento che permette agli stati in difficoltà finanziarie di accedere a linee di credito privilegiate (ad esempio per rispondere ad una crisi bancaria). La discussione purtroppo si è subito infiammata grazie alla componente noeuro delle opposizioni, che ha gridato addirittura all'alto tradimento del premier ...

    – Econopoly

    Perché in Germania cresce la protesta contro la Bce

    Le critiche, iniziate già sotto Trichet, si sono inasprite con Draghi. Nel mirino soprattutto gli strumenti di politica monetaria non convenzionale usati in tempi di crisi. Ma a Berlino iniziano a farsi sentire anche i sostenitori della Banca centrale europea

    – dal nostro corrispondente Isabella Bufacchi

    Il miraggio (e il paradosso) del pareggio di bilancio

    Se si esclude il duro braccio di ferro con il precedente governo (comunque chiusosi con un compromesso), non si può certo affermare che dal 2014 in poi abbia prevalso una linea "rigorista". L'ultima "deroga" in ordine di tempo è prevista dalla manovra in discussione al Senato

    – di Dino Pesole

    Lagarde e il Qe infinito. Quanto durerà l'eredità di Draghi?

    Il nuovo timoniere è pronto: a partire dal 1 novembre, Christine Lagarde sarà a capo della Banca Centrale Europea (Bce), succedendo a Mario Draghi. Data la delicata congiuntura economica internazionale,?è opportuno domandarsi quale situazione erediterà dal suo predecessore e quali scenari futuri si prospettano per la Bce e l'Eurozona. Draghi e le politiche contro corrente In risposta alle crisi economico-finanziarie che hanno afflitto l'euro negli anni passati, la politica monetaria ha svolto ...

    – Tortuga

    Olli Rehn's interview with Il Sole 24 Ore

    Q. Are you in favour of a review of the strategy, of the tools and of the communication of the ECB? The Federal Reserve has decided to carry it out. Do you think the ECB should do the same, a review like the Fed?A. I HAVE PROPOSED THAT THE ECB, LIKE MANY OTHER CENTRAL BANKS, WOULD REGULARLY REVIEW

    Rehn: «Omt necessarie, regole chiare per un uso rapido»

    Pubblichiamo l'intervista di Isabella Bufacchi a Olli Rehn, realizzata a fine giugno quando Rehn era considerato in pole position per la poltrona di presidente della Bce. Il 2 luglio poi la scelta dei capi di governo Ue è caduta su Christine Lagarde.

    – di Isabella Bufacchi

    Draghi pronto a riarmare il bazooka: a settembre taglio dei tassi e apertura del Qe2

    Il governatore della Banca centrale finlandese Olli Rehn preannuncia che il pacchetto di misure di stimolo per una politica monetaria più accomodante, alla prossima riunione della Bce il 12 settembre, andrà oltre le aspettative dei mercati. Rehn conferma l'arrivo del taglio dei tassi e la riapertura degli acquisti netti di attività, il QE2. I mercati hanno subito reagito: il rendimento dei Bund e BTp decennali è sceso

    – di Isabella Bufacchi

1-10 di 523 risultati