Parole chiave

Ocse

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico è un'organizzazione internazionale di studi economici per i Paesi membri, aventi in comune un sistema di Governo di tipo democratico e un'economia di mercato (la Cina non ne fa parte). L'organizzazione svolge prevalentemente un ruolo di assemblea consultiva per la risoluzione dei problemi comuni, l'identificazione di pratiche commerciali e il coordinamento delle politiche locali e internazionali dei Paesi membri. L'Ocse conta 34 Paesi membri e ha sede a Parigi. L'organismo fu fondato nel 1948, inizialmente come Organizzazione per la cooperazione economica europea, nell'ambito del Piano Marshall. Nel 1960 si giunse, a Parigi, a una nuova convenzione da cui nacque l'Ocse, con l'adesione, tra gli altri, di Canada e Usa e poi Giappone.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Paese membro | Ocse | Parigi | Stati Membri |

Ultime notizie su Ocse

    Salvini a lezione da Abe su economia e immigrazione

    Quanto all'«Abenomics», continua a essere caratterizzata da una politica monetaria ultra-espansiva, anche anche in presenza di un debito pubblico che, rispetto al Pil, è il più alto tra i Paesi Ocse: i calcoli variano, con i più severi a indicare un rapporto intorno al 250%.

    – di Stefano Carrer

    «Sul lavoro pesano i «ma» sul reddito di cittadinanza e il buco buco nero della formazione»

    Andrea Garnero, economista del dipartimento Lavoro dell'Ocse, mette a fuoco l'analisi dell'Organizzazione sulla misura da poco introdotta nella Penisola e in generale sulla situazione del lavoro in Italia, quale emerge... L'Ocse, come altre istituzioni, chiedeva da anni, se non da decenni, un reddito minimo contro la povertà estrema. ... «La situazione andrà monitorata come minimo ed eventualmente ridisegnata in corso d'opera», rileva l'esperto dell'Ocse.

    – di Giuliana Licini

    L'Ocse: reddito di cittadinanza elevato rispetto ai redditi mediani

    «Il livello attuale del sussidio è elevato rispetto ai redditi mediani italiani e relativamente a strumenti simili negli altri paesi Ocse. ... Inoltre, solo il 60% delle imprese (con almeno 10 dipendenti) offre formazione continua ai propri dipendenti, contro una media europea Ocse del 75,2%. Vi è un grande divario (circa 38 punti percentuali) nell'accesso alla formazione professionale tra lavoratori ad alta e bassa qualifica, appena al di sotto della media Ocse (39,3 punti percentuali).

    – di Andrea Carli

    La classe media declina ma non in Italia, nuova mecca del populismo

    Un interessante rapporto Ocse "Under pressure: the squeezed middle class" ci consente di approfondire con qualche dato concreto uno degli argomenti più gettonati del nostro dibattito pubblico: il declino della classe media, per molti all'origine del populismo contemporaneo. Prima di vedere quanto sia fondata questa convinzione, però è necessario intendersi sul significato dei termini, cominciando proprio da quello di ceto medio, che rischia di generare molta confusione. Ocse classifica come app...

    – Maurizio Sgroi

    Nel 2060 il Pil pro capite sarà di 40mila dollari l'anno

    Un Pil pro capite di 40mila dollari l'anno: oggi è così solo nei Paesi Ocse, nel 2060 lo sarà in tutto il mondo. Crescita economica che si accompagnerà a quella demografica e, di conseguenza, anche a quella dei consumi. Da qui a quarant'anni le risorse utilizzate raggiungeranno i 167 petagrammi, più che raddoppiando i 79 registrati nel 2011. Questo avrà delle conseguenze innanzitutto sull'ambiente, dato che più della metà delle emissioni di CO2 derivano dall'estrazione e dalla lavorazione delle...

    – Infodata

    La crescita e la grande divergenza: come chiudere la forbice Nord-Sud

    In un articolo precedente, abbiamo documentato che la divergenza strutturale fra Nord e Sud Italia sta aumentando, secondo gli indicatori relativi alla salute, all'innovazione, all'educazione e al lavoro. Nel nostro paese, gli ingredienti fondamentali della crescita economica sono sempre più scarsi laddove l'economia è stagnante e sempre più presenti nelle regioni più dinamiche e sviluppate: in questo modo, la convergenza economica fra regioni sembra impossibile. Ma l'Italia non è l'unica: diver...

    – Tortuga

    Se le disuguaglianze economiche cambiano il modo di crescere i figli

    Quando si parla di relazioni tra genitori e figli, l'economia non è il primo aspetto che viene alla mente. Eppure le condizioni economiche hanno effetti pervasivi anche sugli aspetti più intimi e familiari delle relazioni umane. La conferma viene dalle sorprendenti variazioni tra Paese e Paese nei

    – di Fabrizio Zilibotti

    Web tax provvisoria ma inevitabile

    Le imprese ordinarie pagano imposte sul reddito nei Paesi in cui operano; le web companies non le pagano affatto. La ragione è semplice. Per le prime esiste - ed è accertabile - un legame fra territorio di operatività e prelievo di ricchezza; per le seconde può conoscersi, al più, il prelievo di

    – di Tommaso Di Tanno

    L'occupazione area Ocse sale al 68,6%, Italia ferma al 58,6%

    Sale il tasso di occupazione nell'area Ocse, mentre in Italia resta fermo, dieci punti percentuali sotto la media dei Paesi industrializzati. Nel quarto trimestre del 2018 - ha reso noto l'Ocse - l'occupazione nei 36 Paesi aderenti all'Organizzazione è aumentata di 0,1 punti al 68,6% e il numero

    – di Giuliana Licini

1-10 di 5821 risultati