Parole chiave

Neet

L’acronimo «Neet» sta a indicare persone «Not in education, employment or training», cioè giovani che contemporaneamente non sono inseriti in un percorso scolastico o formativo e non sono impegnati in un’attività lavorativa. Secondo gli ultimi dati dell’Istat, il fenomeno dei ragazzi 15-24 anni «Neet» interessa circa 1,3 milioni di persone, circa il 20% della popolazione di questa fascia d’età, percentuale che supera il 30% in alcune delle più importanti regioni del Mezzogiorno, come Campania, Calabria e Sicilia

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Demografia | Istat | Sud |

Ultime notizie su Neet

    Perché il Covid darà il colpo di grazia al tracollo demografico italiano

    Il tasso di Neet (i giovani che non studiano e non lavorano) tra i 25 e i 34 anni – fase della vita cruciale per i progetti di vita – era pari a 23,1% nel 2008, all'inizio della Grande crisi, mentre risulta pari a 28,9% nel 2019, alla vigilia dell'attuale pandemia (a fronte di una media europea pari al 17,3%).

    – di Alessandro Rosina

    Dieta Mediterranea, patrimonio dell'umanità. Celebriamo oggi e co-progettiamo il domani.

    Dieci anni fa, oggi, il 16 Novembre 2010, il Comitato Intergovernativo della Convenzione Unesco sul Patrimonio Culturale Immateriale approvava l'iscrizione della Dieta Mediterranea nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale. Succedeva a Nairobi, in Kenya, e succedeva anche per il lavoro incessante del Sindaco pescatore Angelo Vassallo, simbolo di legalità, tenacia e sostenibilità, che dal Comune di Pollica (SA) ha dato inizio al processo destinato a fare la storia della Dieta Mediterranea,...

    – Sara Roversi

    La corruzione in Italia costa ma la burocrazia resta a guardare. Ecco come

    Post di Dario Immordino, avvocato, dottore di ricerca in diritto interno e comunitario - In una fase di grave emergenza economica, in cui, per far fronte alle conseguenza della pandemia si stanziano decine di miliardi la corruzione sottrae al sistema economico - sociale ingentissime risorse. L'esperienza empirica e gli studi più accreditati (World Economic Forum, la Bertelsmann, Foundation, l'Economist Intelligence, Unite e il World JusticeProjectRule of Law Index) dimostrano che il proliferar...

    – Econopoly

    Tutti giù per Terra!

    Politica Agricola Comune: tra urla e silenzi qual è la retta via? Il Parlamento Europeo ha appena approvato la Politica Agricola Comune così come era stata presentata. Una serie di provvedimenti che avevano raccolto già numerose polemiche da Associazioni ambientaliste e ONG. Ma sono soprattutto i giovani attivisti ambientali ad aver sollevato, a livello mondiale, una poderosa protesta contro la PAC (politica agricola comune). Lo hanno fatto attraverso la campagna "Vote this CAP down" indirizzata...

    – Sara Roversi

    NEET e lavoro: come rilanciare una generazione in difficoltà?

    La pandemia ha colpito, in termini occupazionali, quasi tutte le categorie di lavoratori. Ce ne sono alcune, però, che sono più esposte di altre: tra queste figurano sicuramente i giovani, che spesso entrano nel mercato del lavoro con contratti di stage o a tempo determinato. I primi ad essere sacrificati durante questa crisi economica, dunque, sono stati proprio loro: i giovani. Un altro aspetto che li ha coinvolti riguarda la sfiducia nel mercato occupazionale. Durante il lockdown, l'Italia ha...

    – Orizzonti Politici

    Come il Covid-19 ha aumentato le disuguaglianze tra generazioni

    L'autore di questo post, Nicolò Fraccaroli, è Postdoctoral Research Associate alla Brown University presso il Watson Institute for International and Public Affairs a Providence, Stati Uniti. Ha un dottorato in economia presso l'Università di Roma Tor Vergata e un Master in politica economica europea presso la London School of Economics. Ha lavorato alla Banca centrale europea nel team di affari europei e internazionali e alla Banca d'Inghilterra sulle riforme post-Brexit. - Nel dibattito italia...

    – Econopoly

    Cosa studiare per trovare lavoro? Domanda sbagliata

    In questo periodo dell'anno c'è una domanda spinosa che assilla maturati e maturandi, genitori apprensivi e non, oltre che studenti universitari che si trovano in quella fase del proprio corso di studi nella quale devono scegliere una specializzazione: Cosa bisogna studiare per trovare lavoro? Considerato che viviamo in un paese con una quota tanto elevata di soggetti che, non solo non studiano e non lavorano, ma un lavoro hanno anche smesso di cercarlo, si tratta di un interrogativo piuttosto l...

    – Massimo Famularo

    Sullo sviluppo pesa il nodo formazione

    «I sussidi servono a sopravvivere, a ripartire. Ai giovani bisogna però dare di più: i sussidi finiranno e resterà la mancanza di una qualificazione professionale, che potrà sacrificare la loro libertà di scelta e il loro reddito futuri». Questa una delle prime frasi del discorso di Mario Draghi al

    – di Andrea Garnero

1-10 di 550 risultati