Parole chiave

Nea Dimokratia

Nuova democrazia (Nd), partito liberale di centro destra è stato fondato nel 1974 da Costantino Karamanlis, già primo ministro dal 1955 al 1963. Nd vinse le prime elezioni del dopo giunta dei colonnelli. I Governi di Karamanlis si caratterizzarono per l'avvicinamento alla Nato e per l'ingresso nella Cee. Alle politiche del 2007 Nd ha ottenuto 152 seggi, 2 in più della maggioranza, nonostante le polemiche suscitate dalla cattiva gestione della crisi degli incendi boschivi. Due anni dopo, Karamanlis, travolto da scandali e dalla crisi economica, si dimette e annuncia elezioni anticipate per il 4 ottobre 2009, dove Nd viene sconfitta dal Pasok.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Costantino Karamanlis | Comunità economica europea | Pasok | Nato | Nuova democrazia | Nea Dimokratia |

Ultime notizie su Nea Dimokratia

    Grecia, Mitsotakis fa un rimpasto ma per Syriza tira aria di elezioni anticipate

    Dopo il secondo rimpasto di governo tira aria di elezioni anticipate in Grecia che quest'anno festeggerà i 200 anni dal giorno della rivolta del 1821 contro l'impero ottomano, celebrazioni che non mancheranno di far salire la tensione con l'espansionista Erdogan. Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha operato un mini rimpasto del suo governo lunedì 4 gennaio nel tentativo di dare una scossa al suo esecutivo conservatore in difficoltà a fronteggiare adeguatamente gli effetti della second...

    – Vittorio Da Rold

    Cipro Nord al ballottaggio per la presidenza. Favorito Akinci inviso a Erdogan perché vuole riunificare l'isola

    Quando l'aereo di linea si avvicina alla pista di atterraggio dell'aeroporto di Nicosia si possono leggere chiaramente dall'oblò del velivolo le scritte nazionaliste formate dagli alberi sulla montagna all'orizzonte dell'auto proclamata Repubblica Turca di Cipro del Nord (TRNC), e non è esattamente un segnale di benvenuto nell'ultima capitale europea divisa da un muro. Domenica 11 ottobre la repubblica "fantasma" è andata al voto per eleggere al primo turno il suo presidente, divisa tra chi vuol...

    – Vittorio Da Rold

    La Grecia sottopone un piano alla Ue per ridurre le sofferenze bancarie

    Il governo del premier greco, Alexis Tsipras - un ex radicale di sinistra ora divenuto un paladino delle indicazioni della Unione Europea e della Nato - ha presentato alla Commissione europea un piano per aiutare le banche del paese ad accelerare le cessioni di crediti inesigibili, nel tentativo di ripristinare la fiducia nel settore pesantemente colpito dalla crisi economica.Le banche greche sono alle prese con una montagna di 88,6 miliardi di euro di crediti inesigibili, un pesante retaggio de...

    – Vittorio Da Rold

    La capriola di Tsipras e la lezione per l'Italia

    Cosa accadde nel luglio 2015 in Grecia a un passo dall'uscita dall'euro e cosa ci possono insegnare quegli eventi rispetto ai recenti sviluppi politici italiani? A dicembre del 2014 Il governo Samaras era in una situazione di moderata ripresa economica trascinata da investimenti ed export, ma la troika chiese un aumento dell'Iva per aumentare il surplus di bilancio primario. Samaras, conservatore di Nea Dimokratia, invece di mediare si impuntò e decise di andare al voto anticipato sfidando ...

    – Vittorio Da Rold

    Anche l'ex segretario Usa Jacob Lew ammette che l'austerità ha gravato pesantemente sulla Grecia

    Si allunga la lista dei "pentiti" della cura di austerità inferta alla Grecia dal maggio  2010 al 20 agosto agosto 2018. Jacob Lew, l'ex segretario al Tesoro Usa, intervistato dalla Ert, la tv di stato greca, ha ammesso davanti a Lena Argiri, corrispondente greca a Washington, che l'austerità ha gravato pesantemente sull'economia della Grecia, una scelta contraria alle regole della macroeconomia (che non consigliano di aumentare le tasse e ridurre le spese in una fase di recessione, ndr) ma  mol...

    – Vittorio Da Rold

1-10 di 213 risultati