Parole chiave

Morosità

Nei contratti d’affitto è in genere contenuta una clausola che fissa in 20 giorni il tempo massimo per onorare i canoni dovuti: oltre si determina la morosità. L'art. 5 della legge 392/78 (Disciplina di locazione degli immobili urbani) prevede che «il mancato pagamento del canone decorsi venti giorni dalla scadenza prevista, ovvero il mancato pagamento, nel termine previsto, degli oneri accessori quando l’importo non pagato superi quello di due mensilità del canone, costituisce motivo di risoluzione».

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Mancato pagamento |