Parole chiave

Modello polivalente

Per la comunicazione delle operazioni Iva è necessario utilizzare il modello polivalente, disponibile sul sito dell’agenzia delle Entrate. Si tratta di un modello che può essere utilizzato anche per segnalare gli acquisti con San Marino e per la comunicazione black list. L’invio può essere alternativamente effettuato in forma analitica o in forma aggregata. L’opzione esercitata tramite il modello è vincolante per l’intero contenuto della comunicazione.

Ultimo aggiornamento 07 aprile 2017

Ultime notizie su Modello polivalente

    Spesometro / Sanzioni

    Per quanto riguarda le sanzioni applicabili in caso di mancato o tardivo invio dello spesometro, attraverso il modello polivalente, si rende appiccabile la sanzione di cui all'articolo 11 del decreto legislativo n. 471 del 1997, da euro 258,23 ad euro 2.065,83. E' sempre possibile, naturalmente,

    Spesometro / Le operazioni gratuite

    All'interno del modello polivalente vanni indicate anche le cessioni gratuite di beni che formano oggetto dell'attività d'impresa, nonché la destinazione dei beni stessi a finalità estranee alla impresa. In questi casi, al fine di determinare la base imponibile dell'operazione e la relativa imposta

    Spesometro / Operazioni che possono non essere comunicate

    Gli iscritti agli albi professionali degli psicologi, degli infermieri e ostetriche/i e dei tecnici sanitari che hanno già trasmesso i dati delle fatture emesse al sistema Tessera sanitaria, possono non indicare nel modello polivalente tali dati. Tuttavia, nello spirito di semplificazione a livello

    Spesometro / Operazioni non rilevanti

    Tra le operazioni che non vanno inserite all'interno del modello polivalente, oltre alle esportazioni e alle importazioni, vi sono anche le operazioni effettuate e ricevute in ambito comunitario, in quanto già soggette a comunicazione attraverso i modelli Intrastat, le operazioni effettuate con

    Spesometro / Operazioni rilevanti

    All'interno dello spesometro, ossia del modello polivalente, devono essere inserite tutte le operazioni rilevanti ai fini Iva. Si tratta di quelle effettuate non solo tra soggetti IVA (cosiddette operazioni B2B), ma anche quelle in cui il cessionario o il committente risulti essere un soggetto non

    Spesometro / Le scadenze

    L'invio dello spesometro vede coinvolte due diverse e distinte scadenze: la prima del 10 aprile 2017 riguarda tutti i contribuenti soggetti passivi ai fini Iva, che effettuano le liquidazioni dell'imposta mensilmente. La seconda, del 20 aprile 2017, riguarda, invece, tutti gli altri contribuenti

    – di Michele Brusaterra e Benedetto Santacroce

    Comunicazioni black list con soglia a 10mila euro

    Comunicazione black list per le operazioni effettuate nel 2015 eccedenti la soglia di 10mila euro a regime nel modello polivalente. Le modifiche introdotte dal Dl 175/2014, in vigore dal 13 dicembre 2014, trovano, infatti, piena attuazione da quest'anno. Con riferimento alle comunicazioni relative

    – Mario Cerofolini

    Enti pubblici, torna lo spesometro

    Il prossimo 11 aprile (il 10 è festivo), per i contribuenti mensili, o il prossimo 20 aprile, per i contribuenti trimestrali, scade il termine per l'invio telematico della comunicazione "spesometro" tramite l'utilizzo del modello polivalente approvato il 10 ottobre 2013, previsto dall'articolo 21

    – Marco Magrini

    Operazioni black list con la Svizzera da comunicare

    Comunicazione polivalente con occhi puntati alle nuove black list. Lo spesometro riguardante le operazioni effettuate nel corso del 2015, in scadenza il prossimo 11 aprile (20 aprile per i trimestrali), non presenta novità significative rispetto allo scorso anno. Qualche interrogativo sorge invece

    – Luca Gaiani

1-10 di 24 risultati