Parole chiave

Misericordia

Questo Anno Santo è stato indetto da Papa Francesco l’11 aprile con la bolla «Misericordiae Vultus». È un Giubileo straordinario non solo perchè non cade nei 25 anni di distanza dal precedente (l’ultimo è quello che è statoindetto da Giovanni Paolo II nel 2000) ma anche perchè sarà il primo tematico, dedicato appunto alla misericordia. Nella bolla di indizione Bergoglio scrive: «L’architrave che sorregge la vita della Chiesa è la misericordia». Sulla decisione di indirlo, il papa ha spiegato: «La Chiesa, in questo momento di grandi cambiamenti epocali, è chiamata a offrire più fortemente i segni della presenza e della vicinanza di Dio». «Perché questo - ha scritto il Pontefice - è il tempo della misericordia. È il tempo favorevole per curare le ferite, per non stancarci di incontrare quanti sono in attesa di vedere e toccare con mano i segni della vicinanza di Dio, per offrire a tutti la via del perdono e della riconciliazione».

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Misericordia | Giovanni Paolo II |

Ultime notizie su Misericordia

    La lunga notte, di Facebook, nello Gestemani

    Dall'arrivo dei social network, grandi media di divulgazione globale di ogni pensiero umano, pare che l'odio nel mondo sia aumentato. Odio verso il diverso, verso i migranti, verso l'altro schieramento politico, verso il non amico o il non follower. L'odio verso il singolo e l'odio verso un gruppo. E' un affermazione plausibile? C'è più odio oggi di quanto non ce ne fosse nei secoli scorsi? Una cosa è certa; l'odio oggi è visibile molto più di un tempo. Ma cosa non è più visibile oggi di come ...

    – Michele Kettmaier

    I Musei Vaticani al Palace Museum di Pechino: Vaticano-Cina più vicini

    Come anticipato ieri da Il Sole 24 Ore i Musei Vaticanie il Palace Museum di Pechino presenteranno domani la mostra «Beauty Unites Us - Chinese Art from the Vatican Museums». E' la prima esposizione storica in Cina e il progetto è iniziato due anni fa. Curata da Padre Nicola Mapelli, responsabile

    – di Marilena Pirrelli

    Quando in Kenya i villaggi furono fatti sparire

    Un ragazzino torna a casa, è finito il trimestre nella prima scuola secondaria per africani del Kenya dove lo hanno ammesso per i suoi risultati brillanti. Ma la casa non c'è più. Scomparse la capanna della madre e quella su palafitte del fratello, l'intero villaggio di fattorie. Restano solo

    – di Lara Ricci

    A Lisbona i prezzi delle case corrono con la domanda dall'estero

    E' diventata il simbolo della ripresa europea dopo la grande crisi, ma insieme ai record si fanno strada sempre più nubi in merito a chi davvero abbia guadagnato dal forte sprint immobiliare di Lisbona. Gli stranieri? Gli sviluppatori immobiliari? Gli speculatori? Certamente non i suoi abitanti,

    – di Evelina Marchesini

    Il Belpaese moltiplica le soprintendenze

    Accorpamenti ed espansioni. Si gioca soprattutto tra questi due estremi la proposta di riforma del ministero dei Beni culturali targata Bonisoli. Da una parte c'è l'idea di aumentare sia le soprintendenze di archeologia, belle arti e paesaggio, con possibile creazione delle soprintendenze

    – di Antonello Cherchi

    Il Caravaggio di Tolosa alla prova del mercato

    Caravaggio torna in scena in questi giorni nel mercato internazionale dell'arte. Se sei affascinanti opere del Merisi, testimoni della sua presenza a Napoli tra il 1606 e il 1610 e dell'influsso che la città partenopea ebbe sull'artista, sono esposte a Capodimonte alla mostra "Caravaggio Napoli"

    – di Stefano Cosenz

    "Misericordia!" una mostra per Charlie Brown

    Nel 1950, quando i fumetti dei Peanuts sono stati pubblicati per la prima volta su vari quotidiani americani, sarebbe stato impossibile prevedere il loro enorme successo a livello globale. Il loro creatore, l'artista Charles M.Schulz, con estrema modestia ha sempre insistito che le storie di

    – di Nicol Degli Innocenti

    Orange wine, il quarto colore del vino

    Orange is the new white. Non sulle passerelle, ma nelle carte dei vini di ristoranti e wine bar di tutto il mondo. Da New York a Londra, da Milano a Sydney si fa spazio il quarto colore del vino: insieme a bianchi, rossi e rosati ecco anche gli orange wines, una (non) categoria che sta sparigliando

    – di Federico De Cesare Viola

1-10 di 648 risultati