Parole chiave

Mini jobs

Si tratta di uno degli istituti occupazionali vigenti in Germania; consistono in lavori part-time con importi fino a 450 euro netti percepiti dal lavoratore per 15 ore di lavoro la settimana, esenti da tasse e contributi previdenziali (a carico del datore di lavoro, anche se in forma ridotta). Se qualcuno guadagna di più allora deve pagare imposte e contributi. Circa 7 milioni e mezzo di tedeschi sono occupati in mini jobs.

Ultimo aggiornamento 03 maggio 2016

Ultime notizie su Mini jobs

    Chiudiamo il cerchio: replica alle critiche al Reddito di Cittadinanza

    L'autore di questo post è Gabriele Guzzi, laurea con lode in Economia alla Luiss e poi alla Bocconi. Ha lavorato per lavoce.info come fact-checker, è stato presidente di Rethinking Economics Bocconi e attualmente è dottorando presso l'Università Roma Tre - Ringrazio Massimo Famularo e il think tank Tortuga per le loro due repliche al mio primo post "lettera ai critici del Reddito di Cittadinanza". Li ringrazio anche perché mi danno l'occasione di spiegare meglio alcuni punti e di esporre più ac...

    – Econopoly

    Lettera di giovani ricercatori di economia ai tifosi del reddito di cittadinanza

    Cogliamo l'invito al dibattito di Gabriele Guzzi rispondendo al suo articolo su questo stesso blog. Riteniamo importante infatti sviluppare un confronto sulla principale misura economica del governo in carica. Per di più, una misura ancora in discussione in Parlamento e perciò suscettibile di modifiche, anche se per ora - nonostante le numerose criticità evidenziate dalle istituzioni e associazioni chiamate in audizione in Parlamento - non sembrano essere stati annunciati correttivi. Il dibattit...

    – Tortuga

    Concorrenza sì, ma non sleale

    Ma il mercato unico europeo con oltre 500 milioni di consumatori è sempre una grande opportunità per tutti i Paesi dell'Unione o è diventato una giungla di regole superate, in certi casi il laboratorio occulto di trucchi e rapine organizzate ai danni dei partner della porta accanto? L'estate

    – di Adriana Cerretelli

    Limitare i contratti a tempo determinato

    Sulle politiche per il lavoro l'Spd di Martin Schulz ha dovuto incassare una sconfitta, solo in parte addolcita dalla riduzione del tetto massimo per i contratti a termine e dall'aumento di competenze (e investimenti) per le agenzie federali del lavoro al fine di potenziare reinserimento dei

    – di Roberta Miraglia

    Vivere in un mondo con l'inflazione da «vasi comunicanti»

    Buongiorno gentile Galimberti, in merito al Qe della Bce gradirei osservare che, certo, la stampella di una politica monetaria espansiva prima o poi dovrà essere accantonata, e allora a quel punto si apprezzeranno i risultati dei risanamenti dei conti pubblici o si biasimeranno le classi governanti

    – di Fabrizio Galimberti

    Schäuble sacrificabile per «Giamaica»?

    Il destino del potente ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schäuble, è appeso a un filo, legato com'è alla formazione della nuova coalizione governativa. Schäuble, 75 anni, è a capo delle finanze dal 2009 ed è l'ideologo dell'ordoliberalismo, cioè quella visione economica che ha dettato

    – Vittorio Da Rold

    I giovani pagano le carenze formative

    Mentre si avviano le prime timide sperimentazioni di politiche attive del lavoro con l'Anpal e non si spengono le polemiche sui voucher, la disoccupazione giovanile resta elevata. Disoccupazione e neet, ormai sono due grandi parcheggi per giovani. E' una ferita strutturale, di cui si occupano la

    – di Carlo Carboni

    I giovani pagano le carenze formative

    Mentre si avviano le prime timide sperimentazioni di politiche attive del lavoro con l'Anpal e non si spengono le polemiche sui voucher, la disoccupazione giovanile resta elevata. Disoccupazione e neet, ormai sono due grandi parcheggi per giovani. E' una ferita strutturale, di cui si occupano la

    – Carlo Carboni

    Dl voucher, ok Camera a decreto legge con 232 sì

    L'Aula della Camera ha approvato con voti 232 favorevoli e 52 contrari (68 gli astenuti) il decreto legge che abroga i voucher e ristabilisce la responsabilità solidale negli appalti. L'Aula ha respinto tutti gli emendamenti al testo. Il provvedimento passa ora all'esame del Senato (scade il

1-10 di 38 risultati