Parole chiave

Mercosur

Il Mercosur è il mercato comune dell’America meridionale, istituito nel 1991 con il Trattato di Asuncion. I membri effettivi sono Argentina, Brasile, Uruguay, Paraguay e Venezuela; mentre ne fanno parte anche, in qualità di Stati associati, Bolivia, Cile, Perù, Colombia ed Ecuador. Il Brasile ha un peso preponderante, pari a circa il 70% del totale; l’Argentina vale il 20%, e il resto delle quote è suddiviso tra
gli altri membri

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Mercato comune | America del Sud |

Ultime notizie su Mercosur

    Davos 2019, i protagonisti / Jair Bolsonaro

    Discorso breve, team efficaceIl neopresidente del Brasile Jair Bolsonaro - soprannominato da alcuni il "Trump dei Tropici" ed eletto su una piattaforma nazionalpopulista conservatrice unita a liberismo economico - era in predicato di diventare una star di questa edizione del WEF, date le assenze di

    Fiducia delle imprese ai minimi da due anni, male anche le famiglie

    Giù la fiducia delle imprese, in calo anche quella della famiglie. Dicembre non è certo un mese positivo per gli umori rilevati dall'Istat, con frenate che riportano indietro le lancette al passato. La fiducia dei consumatori scende di oltre un punto, da 114,7 a 113,1: un livello più basso si trova

    – di Luca Orlando

    Strategia europea contro i protezionismi

    Il 2018 è stato l'anno dell'escalation protezionistica americana, con la Cina come target numero uno. Finora le nuove tariffe hanno colpito 250 miliardi di dollari di importazioni statunitensi dalla Cina (su un totale di oltre 520) e hanno provocato ritorsioni cinesi su 110 miliardi di acquisti

    – di Andrea Montanino e Matteo Pignatti

    Coldiretti ha un nuovo presidente: Ettore Prandini, nominato all'unanimità

    Una Pac che favorisca chi crea lavoro e non sia distribuita a pioggia in proporzione alle superfici coltivate, meno burocrazia e maggiore redditività per le aziende agricole. Sono queste le priorità del neopresidente di Coldiretti, Ettore Prandini nominato stamani all'unanimità dall'assemblea del

    – di Giorgio dell'Orefice

    Export agevolato in Giappone: inizia il conto alla rovescia

    Meglio prepararsi in tempo a delineare eventuali strategie più aggressive per un mercato che sta per diventare più aperto e recettivo: in un momento in cui i venti di protezionismo rischiano di rendere più difficile l'accesso ad alcuni Paesi, l'accordo di libero scambio che sarà firmato l'11 luglio

    – di Stefano Carrer

    Il grande potenziale commerciale dell'Africa

    Le politiche commerciali incentrate sull'America del presidente Donald Trump hanno dato adito a un periodo di rappresaglie protezionistiche a livello globale che rischiano di minare il sistema commerciale internazionale. Su questo sfondo di tensioni crescenti, che vede protagonisti gli Stati Uniti,

    – di Francis Mangeni

    La tregua Usa-Cina sul commercio e la debolezza dell'Europa

    Poco più di un anno fa, tramortita dal ciclone Trump, aveva sperato di riuscire a isolare l'isolazionismo protezionista del nuovo inquilino della Casa Bianca puntando sul gioco di sponda con la Cina di Xi Jinping, che allora si sbracciava a fargli il controcanto professandosi come il nuovo e

    – di Adriana Cerretelli

    A Vinitaly oltre 4mila espositori e più produttori esteri. Focus sugli Usa

    e.scarci709@gmail.com ------------------------------ Quest'anno Vinitaly punta sugli Stati Uniti. Dopo qualche anno di attenzione al gigantesco mercato cinese, il focus Paese torna su un mercato occidentale, maturo. Certo, il primo mercato al mondo a valore e probabilmente anche il più aperto. Ma forse ci si è resi conto che la Cina, nonostante cresca a doppia cifra, rimane un mercato quasi impermeabile ai vini che non siano francesi, australiani o neozelandesi. E dove la quota italiana, nonos...

    – Emanuele Scarci

1-10 di 202 risultati