Parole chiave

Maastricht

La cittadina olandese dà il nome al trattato firmato nel 1992 che ha definito tra l’altro i limiti che i Paesi Ue devono rispettare nella loro politica di bilancio per evitare che i più indisciplinati scaricassero il peso della loro generosità sui partner. Il tetto del 60% del rapporto debito/Pil è stato pensato per permettere un po’ di spazio per intervenire durante le crisi, mentre quello del 3% del deficit/Pil, con la crescita “giusta”, è stato ritenuto in grado di permettere al debito, anche se elevato, di rientrare nel tempo a quel livello.

Ultimo aggiornamento 19 maggio 2018

Ultime notizie su Maastricht

    Il governo è davvero vicino a revocare la concessione ad Autostrade?

    Ora il Governo dice che siamo vicini alla revoca della concessione di Autostrade. Ma cosa vuol dire? Si farà davvero o ci costerà penali altissime? E Autostrade sopravviverà o è alle strette? Tutto dipenderà da tante partite in corso. Compresi il caso Alitalia, le inchieste giudiziarie di Genova e Avellino e l'ultimo crollo avvenuto a Savona

    – di Maurizio Caprino

    Tutti i dossier economici sul tavolo del neo commissario Ue Gentiloni

    E' un'agenda fitta e impegnativa, quella che attende Paolo Gentiloni, neo commissario agli Affari economici: dalla nascita di un vero bilancio dell'eurozona al piano di investimenti da 1.000 miliardi in "sostenibilità ambientale" per dare sostanza al nuovo corso verde annunciato dalla neo presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen

    – di Dino Pesole

    Il riordino del Mes e i limiti alla Bce

    Il dibattito sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità (MES) costituisce un passo in avanti verso la stabilizzazione finanziaria dell'Eurozona, oppure si tratta di una discussione viziata da una mancanza di sguardo più ampio

    – di Sergio Fabbrini

    Il meccanismo europeo di stabilità ha bisogno dei titoli senza rischi

    Caro Direttore,rispondo al suo cortese invito di esprimere un giudizio sul Mes, il Meccanismo europeo di stabilità che verrà sottoposto all'approvazione del Consiglio dei capi di stato e di governo nel prossimo dicembre. Sono sorte preoccupazioni circa i possibili riflessi che il contenuto del

    – di Paolo Savona

    Il labirinto e le priorità dell'Italia

    Se l'economia mondiale sembra ormai piena di "strane regole" - inflazione bassa anche quando la disoccupazione è in calo, tassi d'interesse persino negativi che lasciano poco margine per reagire a una possibile recessione, eccesso di risparmi globali rispetto alle opportunità d'investimento - che

    – di Andrea Goldstein

    Ecco perché l'Europa unita rimane divisa tra est e ovest

    Le celebrazioni del Trentennale della caduta del muro di Berlino nel 1989 si sono appena concluse. Esse hanno enfatizzato la grande conquista della riunificazione economica e democratica del Continente resa possibile da quella caduta. Quest'ultima ha consentito di trasformare la Comunità economica

    – di Sergio Fabbrini

    Tefaf New York fiera cross-collecting

    Novanta le gallerie presenti e 17.000 i visitatori. Buone le vendite sulla pittura, più difficili sulle antichità. Anche nella grande Mela arriva il vetting

    – di Silvia Anna Barrilà

    L'eredità di Draghi contro il populismo

    Il difficile compito di Christine Lagarde alla presidenza della Bce, che dovrà riuscire a far tesoro dell'esperienza del suo predecessore aggiornandola alle nuove sfide di una realtà economica in costante trasformazione

    – di Sergio Fabbrini

1-10 di 1549 risultati