Parole chiave

Informativa (codice privacy)

L'informativa all'interessato e il consenso dello stesso (quando prescritto) sono due requisiti fondamentali di legittimità del trattamento dei dati personali. Con l'informativa, il Titolare del trattamento dei dati personali deve spiegare che cosa farà delle informazioni raccolte e come le conserverà, trasferirà, utilizzerà. Gli obblighi previsti in materia di informativa riguardano anche le amministrazioni pubbliche, le quali devono rendere conoscibile agli interessati il trattamento dei dati che li riguardano effettuati a fini istituzionali. Non è sufficiente un'informazione vaga che metta l'interessato a conoscenza dell'esistenza di un generico trattamento di dati personali che lo riguardano. Occorre che tale avviso contenga gli elementi tassativamente indicati dall'articolo 13 del Codice Privacy. La struttura dell'informativa all'interessato è da un lato la piattaforma di consapevolezza per l'interessato, dall'altro la "carta di identità" del trattamento. Ciò che il Titolare deve fare sapere all'Interessato è soprattutto il motivo per cui i dati sono stati raccolti e come verranno utilizzati.

Ultimo aggiornamento 21 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Società dell'informazione | Interessato | Informativa | Pubblica Amministrazione |

Ultime notizie su Informativa (codice privacy)

1-10 di 61 risultati