Parole chiave

Legge Biagi

Così è conosciuta la legge 30 del 2003 (dal giuslavorista Marco Biagi, ucciso dalle Br). Il testo ha introdotto o modificato numerosi contratti: dalla somministrazione all'apprendistato al contratto di lavoro ripartito. Secondo la filosofia che ispira la legge, approvata dal governo Berlusconi, la flessibilità in ingresso è il sistema migliore per creare occupazione

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Diritto del lavoro | Brigate Rosse | Marco Biagi |

Ultime notizie su Legge Biagi

    La gig economy non si governa rifiutando la modernità

    La conversione in legge del "decreto crisi", che ha introdotto nuove regole per il lavoro svolto mediante piattaforme digitali e stretto le maglie delle collaborazioni etorodirette, ripropone la questione del trattamento normativo da riservare ai lavoratori della gig economy.

    – di Attilio Pavone

    «Manovra di sinistra, Salvini ci ripensi»

    Il vertice di Forza Italia è appena terminato. Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli convoca i giornalisti per denunciare i rischi della manovra. Nel mirino c'è anzitutto il reddito di cittadinanza, una misura che l'ex premier definisce «negativa e distruttiva», che spingerà «molti a non cercare più

    – di Barbara Fiammeri

    Gli interessi contrapposti del «Decreto dignità»

    Seguendo, in un lungo arco di tempo, le complesse vicende del nostro mercato del lavoro mi sono più volte chiesta cosa stessero realmente facendo gli attori in gioco. In particolare se coloro che più appassionatamente affermavano posizioni di difesa del lavoro stessero efficacemente, o forse solo

    – di Paola Potestio

    Decreto dignità, Forza Italia: testo da stravolgere, reintrodurre i voucher

    «Meno Di Maio, più Centinaio»: è questo lo slogan con cui la capogruppo al Senato di Forza Italia, Anna Maria Bernini, insieme con Mariastella Gelmini, capogruppo alla Camera, ha presentato a Palazzo Madama il disegno di legge che chiede la reintroduzione dei voucher nel mondo del lavoro. Il

    – di Alessia Tripodi

    Tutele minime nella gig economy, vale il contesto internazionale

    La necessità di aggiornare il diritto del lavoro alla luce delle rapide trasformazioni introdotte dall'economia digitale è uno dei punti di convergenza del dibattito sul "nuovo lavoro" avviato con tempismo da questo giornale.E' tuttavia necessario rifuggire dal facile cliché del "vuoto normativo", e

    – di Attilio Pavone

    Taglio cuneo e contributi, Forza Italia rilancia

    I partiti correggono il tiro; e dopo un esordio, piuttosto in sordina, su temi chiave come giovani, costo del lavoro, produttività, iniziano, ora, a dettagliare le loro proposte. Si ruota intorno al Jobs act, la riforma complessiva del mercato del lavoro varata nel 2014. C'è il Pd che punta a

    – di Claudio Tucci

1-10 di 424 risultati