Parole chiave

Le verifiche

La normativa prevede due tipologie di verifiche, la cui esecuzione è a carico dei proprietari (in condominio, se ne occupa l’amministratore). Ogni sei mesi i manutentori sono tenuti alla verifica delle condizioni di efficienza e sicurezza dell’impianto (in funzione delle esigenze dell’impianto, sono inoltre previste pur senza una cadenza minima obbligatoria una serie di visite di manutenzione preventiva). Ogni due anni, inoltre, sono obbligatori i controlli predisposti da enti terzi (l’Arpa, le Asl o operatori privati autorizzati dal Mise). Non esistono forme di controllo rispetto all’ottemperanza di questi obblighi: tuttavia, in caso di denuncia per l’omessa osservanza della legge o in caso di incidente, le sanzioni sono rilevanti.

Ultimo aggiornamento 24 aprile 2017