Parole chiave

Istituti deflattivi

Gli istituti deflattivi del contenzioso tributario puntano a una composizione bonaria delle contestazioni. Si tratta del ravvedimento operoso (azionato su base volontaria prima di ricevere verifiche fiscali), dell'acquiescenza a verbali di constatazione o ad accertamenti, dove si rinuncia a impugnare dietro il beneficio di una riduzione delle sanzioni, dell'adesione, della conciliazione giudiziale e del reclamo e della mediazione.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Giustizia | Istituti deflattivi |

Ultime notizie su Istituti deflattivi

    Telefisco, tutti i chiarimenti delle Entrate sugli adempimenti 2019

    Pubblichiamo online tutte le risposte che l'agenzia delle Entrate ha fornito, in occasione di Telefisco 2019, in replica ai quesiti che sono stati posti sia dagli esperti del Sole 24 Ore sia dai lettori sui temi più caldi che caratterizzeranno gli adempimenti fiscali del 2019. Si tratta di

    Pace fiscale, oggi la prima scadenza. Ma già spunta l'ipotesi proroga

    Le prime comunicazioni delle Entrate sono arrivate la scorsa settimana. Promuovono la pace fiscale e suonano così: «Qualora la S.V.sia interessata a beneficiare degli istituti deflattivi di cui al Decreto legge n. 119/2018, questo Ufficio è a Sua completa disposizione per fornire ogni chiarimento

    – di Cristiano Dell'Oste e Giovanni Parente

    Chiusura delle liti, sconti da rivedere per i professionisti

    L'interesse dei clienti c'è ma il prezzo da pagare per chiudere le liti con il Fisco è troppo alto, secondo il parere di sette professionisti su dieci. Lo rivela il sondaggio lanciato dal Sole 24 Ore del Lunedì tra più di 60 commercialisti e avvocati, chiamati a valutare le proposte circolate nei

    – di Cristiano Dell'Oste, Valentina Melis e Dario Aquaro

    Adesioni e ravvedimenti rallentano il ritmo

    Quando vengono annunciate misure di definizione - che poi le si etichetti «condono», «sanatoria» o «pace fiscale» poco importa - si genera (intanto) una sorta di "rallentamento dell'adempimento" del contribuente fino a che il provvedimento annunciato non diventa definitivo. Nel caso della "pace

    – di Dario Deotto

    Liti con il Fisco per 50 miliardi

    Con il Fisco si continua a litigare. Questa potrebbe non essere una novità. Resta, però, il problema che in primo e secondo grado il valore delle controversie tra amministrazione finanziaria e altri enti impositori (ad esempio i Comuni) con i contribuenti valgono quasi 50,4 miliardi. A fornire

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

1-10 di 81 risultati